Mbt, Starlit, Fitflop…sono scarpe miracolose?

Tanti nomi diversi accomunati da mille promesse: tonificare i muscoli delle gambe e dei glutei, snellire senza diete. Ne siamo ormai circondati: sono le scarpe dalla suola “magica” che dovrebbero esaudire i sogni neppure tanto nascosti di donne e uomini di essere “sempre in forma”.

Il motto di Mbt, l’azienda che per prima – almeno a giudicare dalle sue pubblicità – ha studiato e messo in commercio la nuova tecnologia è: “Step into your stronger body!“, cioè: “Un passo verso un corpo più forte”. La casa svizzera delle Masai Barefoot Technology (questa, per esteso, la sigla di quelle che la ditta definisce anche come le “antiscarpe”) dichiara che le sue calzature sono nate nel 1996 dalla scoperta che una naturale instabilità, mentre si cammina o si sta in piedi, offre benefici sorprendenti per la salute.

Modelli e ispiratori involontari i Masai, bellissima razza guerriera dell’Africa orientale, che usa camminare scalza su tutti i tipi di terreno. Come fanno questi uomini ad avere corpi che sembrano scolpiti nel marmo? si sono chiesti alla Mbt. Semplice, il merito è del terreno su cui camminano, è stata la geniale intuizione dei suoi tecnici e ingegneri. Che hanno sviluppato così un nuovo tipo di calzature in grado di simulare il contatto con un suolo soffice e irregolare.

L’elemento chiave è la suola, nella quale il “Masai Sensor”, un cuscinetto posto sotto il tallone, simula la camminata e la posizione ferma su terreno irregolare. La forma “a banana” di queste calzature fa sì che manchino gli appoggi sul tallone e sulla punta. Insomma, la sensazione che danno è quella di perdere l’equilibrio e di dover correggere la propria posizione per non cadere.

Questo meccanismo, secondo la Mbt, dovrebbe provocare una continua risposta muscolare che mantiene tutto il corpo attivo, aumenta l’attività dei muscoli della schiena, migliora la postura, rassoda i glutei e le cosce e aiuta persino a bruciare più calorie. Come se non bastasse, le Mbt si propongono anche di alleviare i dolori al collo e alle articolazioni delle anche. Per avvalorare tante promesse, la casa svizzera cita test e specialisti che ne consigliano l’utilizzo.

Tranne specificare che in presenza di specifiche patologie già preesistenti, l’uso di queste scarpe deve avvenire sotto il controllo dello specialista di riferimento.

Dal Masai Sensor alla suola delle Starlit della Dr. Scholl la musica non cambia in un mercato che sembra diventato irresistibile per molti. La nuova scarpa da esercizio del colosso delle calzature sanitarie non è da meno, quanto a promesse:…

Continua la lettura qui > News – Consumer – Il portale dei consumatori.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 191 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: