Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La Dr5, Suv venduto all’ipermercato e…

Pubblico la lettera che ho trovato pubblicata oggi sul Blog del Direttore di Quattroruote circa la vicenda di un lettore (Sig. Donadio), cliente molto insoddisfatto della Suv italiana che si vende all’Ipermercato ovvero la Dr5.

Chiunque volesse saperne di più o, sfortunatamente sia incappato in problemi simili, può visitare il Blog appositamente aperto dal Sig. Donadio, visto il “muro di gomma” contro il quale rimbalzano le sue lamentele: http://lamiadr.blogspot.com/

“Egr. Direttore, scrivo per segnalare i problemi alla mia Dr5. Ho creato un blog appositamente dopo aver avuto circa 10 guasti e aver ricoverato l’autovettura in tre officine differenti.

Due volte è stato il carro attrezzi a trasportarla. Si sono verificati problemi alla spia di avaria del motore, al tettuccio elettrico e infine al cambio. In quest’ultimo caso ho perso il controllo della vettura per qualche secondo e poi si è irrigidito lo sterzo.

Ora io credo che non sia affidabile ma la Casa produttrice, sebbene riconosca i difetti e sia disposta a ritirare la vettura, non vuole pagare tutto il prezzo che io ho versato.

Dimenticavo: la macchina ha 4 mesi e credo debba esistere un diritto di risoluzione dopo questi numerosi problemi. Ho creato un blog http://lamiadr.blogspot.com/ dove documento ciò che è accaduto.

Non mi è mai stata data una vettura sostitutiva, persino nell’ultimo ricovero durato (come ho documentato nel blog) 9 giorni. Ora non so davvero che fare. Ho scritto a Grillo, a “Mi manda Rai Tre” ed a voi.

Potete aiutarmi? È possibile risolvere il contratto in questi casi? Potete divulgare la notizia per mettere al corrente del mio caso?”

Annunci

13 commenti su “La Dr5, Suv venduto all’ipermercato e…

  1. Andrea
    19 settembre 2008

    E’ veramente una vergogna….
    Di Risio la smettesse di importare questibidoni CINESI…

  2. gennaro
    29 novembre 2008

    Grazie per aver postato il mio blog. E’ in continua evoluzione ed i problemi sempre motli. Un saluto

  3. DANIELE
    15 aprile 2009

    PORTA LA MACCHINA IN UN CENTRO ASSISTENZA SERIO

  4. Saverio
    5 ottobre 2009

    Ma come ti è venuto in mente di comprare la DR5?
    Non dirmi che avevi pochi soldi e quella ti potevi permettere, perchè con di meno ti saresti comprato una signora macchina!

    • paoblog
      5 ottobre 2009

      Il commento lo pubblico, ma va da sè che io ho solo pubblicato una lettera dell’acquirente e che, nel caso, si fa prima a scrivergli direttamente. 🙂

  5. MIMMA
    21 febbraio 2010

    UNIAMOCI PER UNA CLASS ACTION SOLO COSI’ LI METTEREMO IN GINOCCHIO!!!!

    Volevo segnalare che la casa automobilistica DR Motor Company d’Isernia, nata nel 2006, sta truffando una marea di povera gente, che invogliati dal prezzo si ritrovano in un mare di guai (e posso garantire che siamo in tanti), le auto presentano dei difetti da subito, come la mia, che ritirata il 5 febbraio è finita da subito in officina ed ancora è la. Inoltre, sia la DR che il concessionario FM motori di Catanzaro nella persona del Sig. Alage, dove ho pagato e ritirato l’auto, non rispondono ne per una macchina di servizio (mi hanno lasciata a piedi a 100Km di distanza da casa ), né tanto meno al telefono, questa è la serietà dell’azienda, anzi un’ispettore DR ha anche detto ad una mia richiesta di parlare con qualcuno di loro, che non è necessario parlare con me che stanno già pressando i meccanici!!!! Non riesco a crederci, comunque nessuna risposta neanche dopo 4 lettere raccomandate, dove ho chiesto la recessione del contratto e l’unica cosa certa che hanno fatto sapere è che l’auto non verrà sostituita.
    Quindi dopo aver speso 19.000,00 €, (invece di 17.000,00€ truffata anche nel prezzo) mi ritrovo oramai da 15 giorni senza macchina e senza soldi!!!!! E’ mai possibile che non siamo tutelati per niente quando si compra una macchina??????
    Se volete potete Contattarmi al numero 3384426647, email don761@libero.it. Grazie

  6. mikele
    27 maggio 2010

    Mi sono rivolto ad un sito che raccoglie le vicende di chi è stato truffato oppure di chi ha avuto problemi con prodotti difettosi etc… e mi hanno detto che stanno raccogliendo adesioni per proporre una azione collettiva contro la casa costruttrice. Mi hanno anche detto che le adesioni iniziano ad essere importanti ed a breve costituiranno un gruppo. Il sito è http://www.communityclassaction.it Tutti i servizi per una azione collettiva sono gratuiti! Ciao

  7. claudio
    4 novembre 2010

    Ragazzi, io lo so che la vostra passione e’:
    COSTA MENO TANTO VA UGUALE.
    Comprate in posti di dubbia reputazione che oggi si chiamano GDO (iper-super), il negozio e’ un vostro nemico perche’… boh!.
    E alla fine andate in televisione in un programma che non puo’ definirsi corretto.
    Certo che se comprate il TV al super al massimo non vedrete la barbona di Vespa e i suoi sputacchi, un’auto che e’ un oggetto ancora soggetto a guasti si rompera’.
    Io tutto sto dramma non lo vedo:
    un pessimo prodotto, e’ un suv, come il quaKshai, ma di un marchio serio, costa 17.000 la DR5 15.000.
    una signora auto la megane costa 15.900 euro a benzina.
    Perche’ comprare:
    1)un suv che e’ piu’ pericoloso di un’auto standard e non carica piu’ di una SW, la 3 porte poi carica come una clio.
    2) di un marchio sconosciuto, chery
    3)acquistarlo da un salumiere
    4) ad un prezzo, tutto sommato, elevato?

    Le caramelle le comprate da becchino?
    il televisore dall’ortolano?
    le scarpe al bar?
    e l’auto dal salumiere!

    Se fate cosi’ e’ normale che siate convinti di aver comprato un televisore a LED (non ancora entrati in produzione)o un’auto occidentale costruita da una forza lavoro di BEN 100 persone (come detto da sinistra con relativa ola) buone si e no per costruire monopattini.
    La PEG (passeggini) ha 1000 dipendenti.

    Chiedetevi quando arriva un cargo cinese di 100.000 bottiglie di pummarola non a norma (leggete i giornali, vero?) se sono destinate allo spizzicagnolo sotto casa a 20 alla volta e lo spacciatore rischia migliaia di consegne o se vanno in una GDO compiacente che in pochi rush le fuma dopo averle messe in “offerta speciale”?

    • paoblog
      4 novembre 2010

      Partiamo dal fondo del commento; utilizzare i giornali quale fonte di informazione (attendibile) oggigiorno è incauto così come comprare un’auto all’Iper.

      Come scrive Roberto La Pira: Grazie alle furbesche campagne di Coldiretti e a numerosi giornalisti incompetenti, milioni di consumatori sono convinti che l’Italia è invasa dal pomodoro cinese e che le conserve di pomodoro esposte sugli scaffali dei supermercati sono ottenute con materia prima “made in china”. Non è vero! Non è così! Continua la lettura qui > https://paoblog.wordpress.com/2010/09/10/coldiretti-pomodoro-cinese/

      Detto questo è sicuramente vero che non puoi comprare una berlina nuova al prezzo di una Panda e poi lamentarti che sia di bassa qualità, ma è anche vero che se la Dr5 è stata omologata e messa in vendita ad un prezzo deciso dal produttore (mica all’asta al ribasso) l’acquirente ha tutto il diritto di acquistare una vettura che, perlomeno, funzioni.

      Se poi aggiungiamo lo scarso supporto in caso di problemi, il quadro è completo. Non sono dell’idea di incoraggiare l’acquisto di prodotti a basso prezzo, confidando sul fatto che siano equivalenti ai loro omologhi a prezzo normale, perchè deve entrare in testa alle persone che la qualità costa e, di conseguenza, è necessario farla pagare, dato che nessuno lavora per sport.

      Però, come dicevo, visto che nessuno ha puntato una pistola alla tempia alla Di Riso per vendere la Dr5 a 15.000 € anzichè 20.000 (cifre a caso) sono fatti loro: se vendi un’auto, quest’auto deve andare e non dare problemi particolari e se li dà, devono garantire la massima assistenza.

      P.S. La Qashqai costa da € 19.051 in su…

  8. Michele
    1 maggio 2018

    Ho visto qualche annuncio interessante di DR5 usate e ho provato a cercare info su questo mezzo che viene proposto a prezzi piuttosto bassi rispetto ad altre auto della stessa categoria. Ho trovato una quantità notevole di pareri negativi e racconti anche al limite del drammatico che mi hanno impressionato, ma solitamente ho l’abitudine di cercare riscontri quando un argomento viene posto in modo eclatante.

    Quello che non mi convince è il fatto che la maggior parte di quelli che postano commenti su quest’auto non la possiedono e a quanto pare non ci sono neanche mai saliti.

    Inoltre, per farsi un’idea reale bisognerebbe sapere quanti di quelli che si sono trovati bene con la DR5 hanno mai scritto un commento sui vari blog e siti di lamentele, cosa piuttosto difficile, considerando che in tanti non usano neanche internet o lo usano solo per lavoro.

    Ho provato anche a cercare l’argomento sul sito del Codacons ma delle battaglie tanto citate dai sedicenti clienti truffati non c’era nemmeno l’ombra! Su Quattroruote c’è una prova su strada del 16/04/2008 che non sembra così disastrosa e riporta risultati sufficienti con un rapporto prezzo/qualità accettabile, su sicurauto c’è una prova di crash test effettuata in Russia sull’auto da cui deriva la DR5 (la Chery Tiggo) ma detta prova non è ufficiale, è stata commissionata da un laboratorio pagato da una rivista, che dice di averlo effettuato secondo lo standard EuroNCAP, dando risultati piuttosto preoccupanti riguardo l’incolumità del guidatore in caso di scontro frontale, ma il dato è ufficioso, perciò di dubbia attendibilità.

    Infine una trasmissione tv (mi manda Raitre) in una puntata elenca svariati problemi tecnici e di sicurezza testimoniati da vari possessori delusi dell’auto. Ma in definitiva quali fonti possiamo ritenere attendibili?

    Quante auto sono veramente affidabili?

    Se pensiamo che alcuni tipi di Mercedes nelle prime versioni presentavano il rischio di ribaltamento e altre problemi con le centraline dei freni che mettevano a serio rischio la vita delle persone, Volkswagen e Audi con centraline taroccate di fabbrica, Ford con difetti congeniti mai risolti (a me è capitata una Focus TDi che dovevo portare ogni 2 mesi in officina già dal primo anno di uso).

    Non sarà che chi ha le spalle più grosse è quello che vince sempre e può permettersi di eliminare i concorrenti? Mha…

    • paoblog
      1 maggio 2018

      Il problema dell’attendibilità di certe opinioni dipende dal fatto che la maggior parte delle persone è sempre pronta a scatenare un putiferio per una vite fuori posto, ma si dimentica di evidenziare tutto quello che funziona.

      Per quanto riguarda quest’auto, il post è del 2008 e 10 anni sono tantissimi, tanto più in un settore come quello automobilistico.

      Resta il fatto che in questo caso specifico ho dato spazio ad un utilizzatore che lamentava problemi toccati con mano e pertanto, visto che ci aveva messo la faccia, ritengo che sia credibile.

      In ogni caso c’è una prova di Quattroruote del 2017 dove ne parlano in termini soddisfacenti, confermando la mia opinione ovvero: “Rispetto a un decennio fa, però, il “made in China” ha fatto passi avanti notevoli, come si è visto pure in altri campi, dagli smartphone ai personal computer.”

      Vedi: https://www.quattroruote.it/news/prove_su_strada/2017/10/09/dr_dr5_prova_su_strada.html

      • Michele
        1 maggio 2018

        Forse non consideri il fatto che se uno ha intenzione di acquistare un’auto usata di 10 anni si deve basare sui blog del periodo in cui la stessa auto è stata messa in circolazione, oppure rottamiamo tutto e azzeriamo anche la storia dell’automobile?

        In Italia ci sono milioni di veicoli di 10 anni e più che circolano, a causa della crisi che ha attanagliato il cittadino medio che non si può permettere di spendere decine di migliaia di euro per un’auto (che, tra l’altro, svaluta molto velocemente). Prova ne è l’enorme quantità di annunci di auto usate nei siti internet, con prezzi a volte anche irrisori.

        Non mi era sfuggita la recente prova di 4R ma io per principio acquisto solo auto usate e perciò mi informo in ogni modo possibile, compreso il web, su quello che devo acquistare e a volte mi sembra di imbattermi in vere e proprie congiure informatiche in tutti i campi possibili e immaginabili che orbitano nella rete. Anche riguardo alla tua osservazione sulle auto di 10 anni fa, non mi trovi d’accordo perché mi è capitato di acquistare auto piuttosto datate che però avevano pochi km e tenute bene dai precedenti proprietari e su queste io ho viaggiato tranquillamente per altri 5 o 6 anni risparmiando anche 10.000 euro tra tasse (solo l’IVA è il 22%) che mi avrebbe estorto questo governo di ladri e margini di venditori più o meno furbi.

        Faccio l’esempio pratico di una Toyota RAV4 che pagai 6000 euro + 1500 di impianto GPL e ci feci 120.000 km con grandi soddisfazioni, riuscendo poi anche a rivenderla per 2100! Se i passi da gigante ci sono in tutti i settori ma spesso dietro a tante innovazioni tecnologiche ci sono più profitti per chi vende che vantaggi per chi compra, che spesso si trova tante rogne da risolvere… o no?

      • paoblog
        2 maggio 2018

        Visto che mi sono capitati lettori che “brontolassero” perchè quanto letto era di 5 o 10 anni fa, come per l’appunto se uno dovesse distruggere tutto quello scritto in passato, la mia precisazione in merito è stata obbligatoria.

        Poi bisogna fare chiarezza, si parla della Dr5 del 2008 o di tutte le auto usate uscite nel 2008?

        Per quanto riguarda la Dr5 per quel che ho potuto vedere, il modello mi pare avesse molte criticità che con il tempo sono migliorate, e la prova è l’ultima prova di 4R.

        Se parliamo delle auto usate in genere, è tutto relativo; ci sono modelli azzeccati ed altri no, certe auto sono andate bene da subito ed altre sono state fonte di problemi, vedi ad esempio la Mercedes Classe A ed il famoso test dell’alce che l’aveva messa in crisi da subito, ma poi con i correttivi applicati la cosa si è risolta e non se ne è parlato più.

        Quindi sulla Dr del 2008 avrei delle riserve, su quelle successive meno. Altre auto uscite nel 2008 ed acquistate oggi circoleranno senza problemi per un tot di anni.

        Resta il fatto, in ogni caso, che quanto pubblicato nel post altro non è che la lettera di un utilizzatore e quindi anche se non si può prendere per oro colato quello che scrive, può essere uno spunto su cui basarsi.

        Ho sentito gente dire peste e corna sulla Toyota, per un modello nato male o per una riparazione fatta male, ed io invece ne tesso le lodi ogni volta che ne parlo. Vedi anche le recensioni dei ristorante. Tutte veritiere o attendibili? Appunto.

        Dopo di che, io non metto sullo stesso piano le innovazioni tecnologiche (alcune inutili e forzatamente costose) ed i miglioramenti tecnologici, tanto più se collegati alla sicurezza. Per cui dell’auto con il lettore dvd integrato per guardare 1 film all’anno ne faccio a meno, ma non vorrei rinunciare ad Abs o Esp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: