Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Pubblicità telefonica non richiesta

Ne ho già parlato altre volte (vedi link in calce), tuttavia ritengo che sia il caso di tornare sull’argomento. Pubblico una breve intervista di Gabriele Cavaliere (Vanity Fair) a Mauro Paissan, componente del Garante della Privacy.

A prescindere da quel che si dice, vi garantisco che le cose funzionano solo sulla carta in quanto sebbene sia facilissimo segnalare gli abusi al Garante (e consiglio di farlo a prescindere dai risultati) è altrettanto vero che è quasi impossibile far cessare i comportamenti molesti, in quanto le aziende negano l’evidenza, non si assumono nessuna responsabilità per le violazioni ed arrivano a scaricare tutte le responsabilità sui call center.

Parlo a ragion veduta ovvero basandomi sulla mia esperienza con la Fastweb che nonostante la richiesta di cancellazione dei dati, da loro confermata, e nonostante l’apertura di un’istruttoria da parte del Garante oltre un anno fa, dopo una mia segnalazione, eccomi ancora qui a ricevere  telefonate (e fax) e per di più con toni aggressivi e maleducati.

Il Paissan dice che si può richiedere la cancellazione dei propri dati, così come ha ripetuto a Striscia la Notizia, la scorsa settimana, il Presidente di un’associazione dei consumatori.

Vedi: http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoll.shtml?2009/03/C_35_video_8931_GroupVideo_filevideo.wmv

Chiedere a chi? Quando chiedi infatti di parlare con un responsabile, per capire come e perchè abbiano il tuo nominativo, in genere chiudono la comunicazione oppure, con ulteriore presa in giro, ti mettono in attesa e dopo qualche minuto la “linea cade”.

Comunque sia, ecco l’intervista:

Verremo tempestati di telefonate pubblicitarie ad ogni ora del giorno.

Ad ammetterlo. con rammarico, è Mauro Paissan, dal 2001 l componente del Garante della Privacy, l’Autorità che l’anno scorso aveva vietato le telefonate moleste, rendendo obbligatorio il consenso dell’abbonato (e regolando inserimento e utilizzo dei dati personali nei nuovi elenchi telefonici).

Con l’approvazione del decreto “Milleproroghe, infatti, i cali center tornano liberi di usare i dati contenuti negli elenchi antecedenti il 2005. il cui utilizzo senza consenso era stato appunto vietato dal Garante (secondo Seat Pagine Gialle, sono circa 17 milioni di utenze).

Il pericolo riguarda solo chi era in quegli elenchi?

In teoria sì. Ma è possibile che, approfittando della situazione, sia chiamato anche chi ha attivato un’utenza dopo il 2005.

Se succede, che si può fare?

Chiedere subito la cancellazione del proprio numero dagli archivi dei cali center. Chi aveva dato il consenso all’utilizzo dei propri dati a fini commerciali ha diritto di revocarlo in qualsiasi momento; se il consenso non era stato dato, si tratta di un abuso e si può quindi esigere di essere cancellati .

Lo possono fare anche gli utenti negli elenchi pre-2005?

Certo. E se le chiamate si ripetono, si può fare una segnalazione al nostro ufficio: www.garanteprivacy.it

A quel punto che cosa succede? Se il Garante accerta un abuso, applicherà una sanzione e imporrà la cancellazione. Nei casi più gravi ha vietato l’uso di intere banche dati raccolte illecitamente.

Nota di Pao: Cero che è da applaudire un Governo che modifica delle normative in peggio,  a totale discapito dei cittadini.

I link con i prededenti interventi:

https://paoblog.wordpress.com/2009/02/12/telemarketing-e-call-center-molesti/
https://paoblog.wordpress.com/2009/01/25/pubblicita-ingannevole/

12 maggio 2014 – a Mi Manda Rai 3 si è parlato delle telefonate indesiderate e del fatto che nonostante i tanti strumenti normativi a disposizione dei consumatori, spesso i cittadini continuano ad essere presi d’assalto dagli operatori di vari Call Center, che propongono le offerte più disparate.

Come difendersi dalle chiamate in cui cercano di vendere prodotti o servizi a tutte le ore del giorno?

Presente in studio Maurizio Pellegrini dell’inutile Registro delle Opposizioni.

gGli addetti ai lavori sembrano dimenticarsi che le regole ci sono, certo, ma sono puntulmente violate non solo da “una parte delle aziende” come afferma Umberto Costamagna, presidente Assocontact.

Ridicolo anche il consiglio di chiedere all’azienda di essere cancellati, dato che chi ti chiama (come ha precisato un ex operatore) non cita il nome dell’agenzia, ma quello del cliente finale.

C’è poi da chiedersi se l’Assocontact (così come l’Autorità) ci è o ci fà…

Un esempio tipico, che ho citato nel 2009  è quello di Mauro Paissan, allora componente del Garante della Privacy: “Il Paissan dice che si può richiedere la cancellazione dei propri dati, così come ha ripetuto a Striscia la Notizia, la scorsa settimana, il Presidente di un’associazione dei consumatori.”

Chiedere a chi?

A prescindere che nel 95% dei casi ti chiamano con numero privato, resta il fatto che quando chiedi infatti di parlare con un responsabile, per capire come e perchè abbiano il tuo nominativo, in genere chiudono la comunicazione oppure, con ulteriore presa in giro, ti mettono in attesa e dopo qualche minuto la “linea cade”.

Guarda la puntata

Enello specifico, alla faccia dei regolamenti dell’Assocontact, ecco l’agenzia che forma gli operatori e l’istruttrice che ribadisce il concetto: “menefreghismo nei confronti di chi ti dice che non vuole più essere richiamato”.

Guarda il servizio

 

 

2 commenti su “Pubblicità telefonica non richiesta

  1. Pingback: Chiamo da Imperia per un’indagine sui consumi… « Paoblog

  2. Pingback: L’inutile Garante della Privacy ha un sito internet tutto nuovo « Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: