Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Gran Torino – La canzone del film – Jamie CullenPat

Spesso le prime note di questa canzone mi sorprendono quando sono distratto dal lavoro o dalla guida in auto ed ogni volta perdo alcuni secondi prima di identificare la canzone, tuttavia ogni volta scatta qualcosa ed ogni volta la trovo bellissima. Pao

P.S. Fra i commenti troverete la traduzione del testo, a cura di Pat.  Concordo con l’amico Francesco circa l’emoziona lasciata dalle parole di questo passaggio «…che io possa essere coraggioso ma avere ancora bisogno di qualcuno da stringere, che sappia farmi venire i brividi sulla pelle con la sua gioia… il tuo mondo non è nient’altro che tutte le piccole cose che ti sei lasciato dietro»

Il video

17 commenti su “Gran Torino – La canzone del film – Jamie CullenPat

  1. paoblog
    11 Maggio 2010

    Caro mio, per forza sembra un dialogo fra sordi, questo… 😀

    Hai letto male, non sono parole mie, quelle in chiusura della traduzione, ma dell’amica che ha scritto la stessa…

  2. alessandro
    10 Maggio 2010

    “Torino come qualsiasi altra città conosce i tormenti ed i segreti, le gioie e gli sprazzi di felicità, di ognuno e nel silenzio della notte mescola la sua pietà al battere incessante di cuori storditi, ubriacati di un nulla …”

  3. paoblog
    10 Maggio 2010

    “Per qusto non capivo il tuo commento finale al testo della canzone.”

    E quale commento sarebbe? Sennò non ci capiamo …

  4. alessandro
    10 Maggio 2010

    Bravo esattamente questo il punto. PER IL FILM non c’entra nulla potrebbe essere anche la 360 Modena. Per qusto non capivo il tuo commento finale al testo della canzone. Il significato della Gran Torino è semplicemente il fatto che è una Ford, ovvero solo e unicamente un prodotto americano, il cui modello lo stesso protagonista (Clint) ha costruito (lo dice nel film arrabbiandosi se non ricordo male con i suoi familiari che comprano macchine giapponesi). Gran Torino di fianco alla bandiera americana = orgoglio americano e orgoglio dei valori che Clint ritiene essere americani. Il film è la descrizione non solo del riscatto rispetto alle sue colpe di guerra, ma anche il riconoscimento che i valori in cui crede sono valori di un umanesimo che va al di là delle frontiere: lui lascia la sua Ford ad un cinese non ai suoi nipoti…

  5. paoblog
    10 Maggio 2010

    Prima di berci su, fai mente locale… 😉 a meno che tu abbia bevuto prima di leggere la spiegazione 😀

    Come fai a non capire cosa c’entri Torino? La spiegazione è chiara ed è stata citata nel commento precedente.

    Gran Torino è un omaggio della Ford alla Fiat ed a Torino, negli anni ’70 capitale italiana dell’auto, così come lo erano Detroit in America e, chessò, Monaco per la Germania….

    A questo punto che c’entra Modena nel nome della 360 Modena? O la Ferrari Enzo? …

    suvvia, ridiamoci su, va bene, però non mi venire a dire che non hai capito….

  6. alessandro
    10 Maggio 2010

    ??? seguito a non capire che c’entra Torino …
    hi hi! e pensa che parliamo la stessa lingua! proporrei di berci su.

  7. paoblog
    9 Maggio 2010

    Ho raggruppato i due commenti dei quali, di fatto, non ho capito il senso… 😉

    La Gran Torino è un modello Ford costruito dal 1968 al 1976 …
    Il nome “Torino” deriva dal fatto che gli americani consideravano questa città, sede della FIAT e della Lancia, come la Detroit d’Italia.

  8. alessandro
    8 Maggio 2010

    a Pao, non ho capito il riferimento alla città Torino?
    gran torino è il modello dell’auto?!
    non era per fare il pedante, ma quella macchina è la chiave del film: è lui che ha costruito quel modello con le sue mani – lavorava alla Ford!, e in quell’auto c’è tutto il suo orgoglio di americano … che poi piano piano il film rivela essere l’orgoglio dell’uomo che crede in valori ben oltre le frontiere nazionali e culturali
    grande Clint
    e bellissima canzone

  9. francesco
    4 Maggio 2010

    questo è forse il film più bello e toccante che abbia mai visto.
    trasmette molto..il senso della vita..i valori che a molti mancano!
    complimenti anche da parte mia,ragazzi!

  10. patrizia
    23 settembre 2009

    … ed io che soprattutto in questo periodo me ne sto chiusa con me stessa … rileggere, risentire ed emozionarmi sempre allo stesso modo è un tutt’uno…a volte basta poco per sciogliere un groppo alla gola e forse devo ringraziare Federico che con il suo ultimo commento …mi ha dato la possibilità di fare un grosso respirone ed ascoltare scevra da ogni pensiero…Federico grazie!
    Patrizia

  11. Federico
    23 settembre 2009

    Condivido anche io il passaggio toccante che avete citato sopra…E’ un capolavoro qusta canzone e questo film…Rispetto per il grande Clint.

    Federico

  12. sempreiopat
    15 Maggio 2009

    Emozionataaaaaaaaaaaaaa sono mi fai arrossireeeee…
    Bacio

  13. paoblog
    15 Maggio 2009

    Cari Pat & Francesco, senza nessuna malizia, vi dico che voi due dovreste “conoscervi”, perchè siete due anime poetiche. Pregi e difetti li abbiamo tutti, ma la sensibilità che avete voi e la capacità di trasmetterla con le parole, la maggior parte del mondo se le sogna …

  14. sempreiopat
    15 Maggio 2009

    Condivido il post di risposta di Francesco … toccante il passaggio che ha descritto al pari di quella stanca rassegnazione che fa vivere un pò fuori, isolati e spettatori di un film senza fine i cui attori si succedono recitando sempre lo stesso copione …
    Ciao Paolo, ciao Francesco …

  15. Francesco
    15 Maggio 2009

    È vero: è un video bellissimo in giusto accordo con una bellissima canzone… Le qualità del pistolero Clint, lo stesso che sembrava avere solo due espressioni (con e senza cappello) come amava dire Sergio Leone che forse solo nel suo intimo più profondo aveva visto ciò che il cowboy sarebbe divenuto, le conosciamo ormai da tempo.
    Ma qui si ha davvero una sinergia meravigliosa tra immagine, musica e poesia, dove convivono meravigliosamente forza e dolcezza.
    La poetica espressa attraverso una automobile simbolo intenerisce tutti noi appassionati di automobili, ma io (a proposito: grazie Pat per il testo!) trovo davvero toccante questo passaggio:

    «che io possa essere coraggioso ma avere ancora bisogno di qualcuno da
    stringere
    che sappia farmi venire i brividi sulla pelle con la sua gioia

    il tuo mondo non è nient’altro che tutte le piccole cose che ti sei
    lasciato dietro»

    in cui c’è davvero l’Uomo.

  16. paoblog
    15 Maggio 2009

    grazie della traduzione… 🙂

  17. sempreiopat
    14 Maggio 2009

    teneramente la tua storia è
    ne più ne meno di quel che vedi o che hai fatto o che diventerai
    mi stavo chiedendo se la tua forza fosse solo nella tua scorza

    ora dolcemente soffia la tenera brezza
    mormora attraverso la mia gran torino
    fischiettando un’altra stanca canzone

    il motore romba e aumentano le amare illusioni
    il cuore è rinchiuso in una gran torino
    batte un ritmo solitario per tutta la notte
    batte un ritmo solitario per tutta la notte
    batte un ritmo solitario per tutta la notte

    riallinea tutte le stelle sopra alla mia testa
    i segnali di pericolo sono lontani
    ora bevo da solo oh! ho conosciuto bene
    le cicatrici lasciate dalla battaglia e i letti sgualciti

    ora dolcemente soffia la tenera brezza
    mormora attraverso una gran torino
    fischiettando un’altra stanca canzone

    il motore romba e aumentano le amare illusioni
    il cuore è rinchiuso in una gran torino
    batte un ritmo solitario per tutta la notte

    queste strade sono vecchie
    e scintillano delle cose che ho conosciuto
    e i loro bagliori filtrano attraverso gli alberi

    il tuo mondo non è nient’altro che tutte le piccole cose che ti sei
    lasciato dietro

    teneramente la tua storia è
    ne più ne meno di quel che vedi o che hai fatto o che diventerai
    mi stavo chiedendo se la tua forza fosse solo nella tua scorza

    ora dolcemente soffia la tenera brezza
    mormora attraverso la mia gran torino
    fischiettando un’altra stanca canzone

    il motore romba e aumentano le amare illusioni
    il cuore è rinchiuso in una gran torino
    batte un ritmo solitario per tutta la notte

    che io possa essere coraggioso ma avere ancora bisogno di qualcuno da
    stringere
    che sappia farmi venire i brividi sulla pelle con la sua gioia

    il tuo mondo non è nient’altro che tutte le piccole cose che ti sei
    lasciato dietro

    riallinea tutte le stelle sopra alla mia testa
    i segnali di pericolo sono lontani
    ora bevo da solo oh! ho conosciuto bene
    le cicatrici lasciate dalla battaglia e i letti sgualciti
    ora dolcemente soffia la tenera brezza
    mormora attraverso la mia gran torino
    fischiettando un’altra stanca canzone

    il motore romba e aumentano le amare illusioni
    il cuore è rinchiuso in una gran torino
    batte un ritmo solitario per tutta la notte
    batte un ritmo solitario per tutta la notte
    batte un ritmo solitario per tutta la notte

    Parole stupendeeee video dolcissimooo …

    “il motore romba e aumentano le amare illusioni
    il cuore è rinchiuso in una gran torino
    batte un ritmo solitario per tutta la notte …”

    Torino come qualsiasi altra città conosce i tormenti ed i segreti, le gioie e gli sprazzi di felicità, di ognuno e nel silenzio della notte mescola la sua pietà al battere incessante di cuori storditi, ubriacati di un nulla …

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 Maggio 2009 da in Cine, teatro, radio & TV, Consumatori & Utenti con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: