Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Expo, la beffa del marchio

Paoblog: Siamo in mano ad una banda di approssimati… Tra due mesi saranno 2 anni che Milano (ahimè 😦 ) si è aggiudicata l’Expo2015 ed ora si accorgono di questa cosa? Complimenti. Applausi a scena aperta.

°°°

Sorpresa. La società Expo 2015 non è proprietaria del marchio di Expo. La rivisitazione grafica dell’uomo vitruviano, l’immagine con cui Expo viene presentata all’Italia e al mondo, è ancora appannaggio del comitato di pianificazione che aveva gestito tutta la fase della candidatura: una società andata in liquidazione nel momento in cui è stata costituita la nuova spa e che ha come suo asset principale proprio il marchio, il cui uso è stato ceduto in esclusiva agli attuali soci.

È chiaro che, prima o poi, si sarebbe dovuto affrontare il problema. E all’ultimo cda, nel dicembre scorso, i consiglieri che rappresentano i soci pubblici si sono trovati a dover valutare la richiesta del liquidatore.

La cifra, che inizialmente pare fosse intorno ai 3 milioni di euro, è oggi di circa 1 milione e 300 mila euro: soldi che Expo 2015 dovrà inserire nel bilancio 2010. Qualcuno dei consiglieri ha avuto da eccepire: ma come? Nel comitato c’erano gli stessi soci pubblici che oggi sono nella nuova società di gestione.

Perché pagare un marchio che è di proprietà degli stessi soggetti? Da Expo 2015 chiariscono che, in realtà, tecnicamente non è proprio così e che si tratta semplicemente di regolarizzare l’utilizzo del marchio da parte di Expo seguendo le norme del diritto societario. E la pratica potrebbe chiudersi già oggi, nel corso del cda durante il quale si affronterà anche la questione della proprietà dei terreni: il consiglio pare quasi all’unanimità deciso ad acquistare le aree. Ma vanno definiti i costi.

Fonte: www.corriere.it

Un commento su “Expo, la beffa del marchio

  1. Pingback: Avete voluto l’Expo, ma forse serviva un pò di realismo | Paoblog

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 gennaio 2010 da in Leggo & Pubblico, Milano & Lombardia con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: