Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Banchine elettrificate e fotovoltaico: i futuri “porti verdi” di Venezia e La Spezia

I presidenti delle Autorità Portuali di Venezia e La Spezia hanno firmato a Roma, con l’amministratore dell’Enel Fulvio Conti, “protocolli di intesa finalizzati a ridurre le emissioni”. Un’iniziativa importante considerato che si tratta di strutture che accolgono un gran numero di navi da crociera, ma anche per il trasporto di merci.

L’Italia avrà dunque a breve tre ‘porti verdi’, con forti riduzioni delle emissioni ma anche del rumore. Le banchine elettrificate, spiegano infatti gli esperti dell’Enel, sono già operative in Nord America nei porti di Los Angeles, Seattle, Juneau e Vancouver, e in Europa a Goteborg, Lubecca, Zeebrugge (Belgio), oltre che in tre porti finlandesi.

Una “banchina elettrificata” con il sistema ‘cold ironing’ permette l’alimentazione delle navi durante la sosta nel porto, attraverso la connessione con il sistema da mare a terra, e lo spegnimento dei motori ausiliari di bordo: la prima sta per arrivare a Civitavecchia, il progetto è stato appena consegnato dall’Enel, ma presto altre verranno realizzate per i porti di Venezia e La Spezia.

Il sistema del ‘cold ironing’, grazie alla maggiore efficienza e ai sistemi di abbattimento delle emissioni presenti nelle centrali elettriche, permette, rispetto ai tradizionali generatori di bordo, “una riduzione di oltre il 30 per cento delle emissioni di CO2, di più del 95 per cento degli ossidi di azoto e del particolato e l’azzeramento dell’inquinamento acustico”.

Se il tipo di alimentazione nelle banchine è la principale caratteristica dei porti verdi, ci sono però altre iniziative che verranno prese per ridurre le emissioni inquinanti. Infatti i protocolli d’intesa firmati a Roma prevedono anche lo studio di sistemi di mobilità elettrica all’interno del porto, lo sviluppo di fonti rinnovabili come il solare e l’eolico, l’adozione di sistemi di illuminazione a led basso consumo, iniziative di ‘illuminazione artistica’ e, in generale, il miglioramento dell’efficienza dei sistemi energetici dei porti. Nel porto di Civitavecchia è stato già realizzato un impianto fotovoltaico, e un analogo progetto verrà studiato per Venezia e per La Spezia.

Fonte: www.stopthefever.org

2 commenti su “Banchine elettrificate e fotovoltaico: i futuri “porti verdi” di Venezia e La Spezia

  1. Pingback: Porti verdi e trasporto sostenibile | speciale in Liquida

  2. Pingback: Banchine elettrificate e fotovoltaico: i futuri “porti verdi” di …

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 febbraio 2010 da in Ambiente & Ecologia, Leggo & Pubblico con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: