Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Le agenzie di rating declassano i bond greci

Anche l’ultima agenzia di rating che ancora offriva ad Atene un giudizio sufficiente ha declassato il debito greco a “spazzatura”. Il consiglio al buon padre di famiglia è di vendere i bond greci in suo possesso.

Anche Moody declassa
Già da tempo Fitch e S&P davano dell’affidabilità greca un giudizio molto negativo (il giudizio di S&P è da tempo pari a BB+, sotto l’investment grade, ossia un livello per speculatori), ma questa valutazione da parte delle principali agenzie di rating non era ancora unanime. Fino al 14 giugno Moody dava infatti alla Grecia ancora una valutazione pari ad A3, corrispondente al nostro sufficiente. E noi condividevamo tale giudizio, visto che se è vero che la Grecia è virtualmente fallita (lo abbiamo sempre detto), è anche vero che l’Europa è intenzionata a sostenerla.

Ora, però, anche Moody ha declassato la Grecia e ha tagliato di ben 4 livelli il suo giudizio portandolo a quota Ba1, un livello spazzatura, identico a quello descritto nella valutazione di S&P. A noi non è giunta notizia di alcuna grave novità sulla Grecia, tale da giustificare un simile taglio. Che abbiano informazioni “privilegiate”?

Cambia il nostro giudizio
A questo punto la scelta è inevitabile e ci viene imposta dalle metodologie di selezione dei bond che ci siamo imposti fin dagli albori e a cui intendiamo attenerci anche in questi casi per restare credibili (per saperne di più potete andare sul sito soldi.it. Il livello di affidabilità dei titoli di Stato greci passa, quindi, da sufficiente a rischioso. E di conseguenza il nostro consiglio per i titoli di Stato greci passa è vendere.

Ovviamente il consiglio di vendere è destinato al buon padre di famiglia, per chi non teme il rischio e vuole azzardare una speculazione, l’opzione di mantenere i titoli di Stato greci che ha acquistato (magari riducendone il peso a una parte limitata del suo portafoglio complessivo) resta aperta.

Fonte: www.altroconsumo.it

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 giugno 2010 da in Consumatori & Utenti, Economia, Soldi, Banche, Assicurazioni , ecc. con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: