Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Scuola: scegliere lo zaino

Bambini e ragazzi hanno le idee molto chiare sullo zaino che preferiscono, può essere quello della bambola del cuore, dei cartoni animati giapponesi o di un famoso videogioco. Se lasciassimo fare a loro non ci sarebbero tentennamenti nella scelta.

I criteri dei genitori devono però essere diversi, basati su principi di solidità e comodità. Portare tutti i giorni quel peso sulle spalle può essere dannoso per la colonna vertebrale, in special modo nei ragazzi delle scuole medie, colti in un particolare momento della crescita e costretti a portare una quantità di libri più elevata di quella necessaria alle scuole elementari.
Vale la pena quindi dedicare maggiore attenzione a questo acquisto.

  • Come deve essere.
    Vanno privilegiati i modelli con lo schienale rinforzato, che consente di distribuire in modo equilibrato il peso sulla schiena. Meglio ancora se lo schienale è imbottito, così da attutire i colpi, quando ad esempio il giovane studente corre o saltella con lo zaino pieno di libri in spalla.
  • Se si frequentano le medie, il consiglio è dare la preferenza a quelli dotati di cintura addominale, cosicché lo zaino aderisca bene al dorso. Per evitare i dolori alle spalle le bretelle devono essere larghe e imbottite. Attenzione ai modelli dotati di ruote: sono molto pesanti anche vuoti quindi, se acquistati, vanno usati solo trainandoli.
  • Come riempirlo.
    Gli oggetti vanno suddivisi nei diversi scomparti, tenendo presente però che quelli più pesanti, come libri e dizionari vanno posti in senso verticale vicino alla schiena. Altrimenti lo zainetto sarà sbilanciato all’indietro.
  • Come indossarlo.
    Le bretelle vanno regolate in modo che siano di pari lunghezza, per far sì che il peso sia equamente distribuito su entrambe le spalle, quindi vanno strette per evitare che lo zainetto scenda sotto la vita. La cintura addominale va allacciata per avvicinare il carico alla schiena. Mai portarlo su una spalla sola, comportamento che i ragazzi trovano molto disinvolto ma che danneggia la colonna vertebrale. Se proprio non riescono a farne a meno, cerchino di alternare la spalla.
  • Gli insegnanti.
    Il peso massimo da caricare sulle spalle non deve superare il 10% del peso corporeo dello studente. Invece in prima media i ragazzi sono costretti a portare un carico pari al 20 e talvolta anche al 30% del loro peso. Infatti uno zaino pieno ha un peso tra i 5 e i 12 chili, mentre i ragazzini più esili, che vanno tutelati quanto gli altri, tra gli 11 e i 14 anni pesano tra i 35 e i 45 chili.
  • La responsabilità è in parte degli insegnanti, che avrebbero a disposizione soluzioni in grado di limitare il carico quotidiano dei loro allievi. Per esempio potrebbero stabilire che alcuni libri siano usati in condivisione, oppure riservare nella classe armadietti destinati ad accogliere i libri più pesanti, quali i dizionari ad esempio. Inoltre gli insegnanti dovrebbero indicare con precisione quali sono i libri davvero necessari il giorno dopo: una programmazione accurata evita ingombri inutili nello zaino e, di conseguenza, sulle spalle.

Fonte: www.altroconsumo.it

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 settembre 2010 da in Consumatori & Utenti con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: