Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Acquacoltura “bio”: il decreto ministeriale di attuazione delle nuove regole UE

Sulla Gazzetta Ufficiale del 9 settembre è stato pubblicato il decreto ministeriale 30 luglio 2010 relativo all’attuazione delle nuove regole dell’Unione Europera sulla produzione di animali e di alghe marine dell’acquacoltura biologica, che offre agli operatori del settore una serie di chiarimenti qui riassunti (Disposizioni per l’attuazione del regolamento (CE) n. 710/2009 che modifica il regolamento (CE) n. 889/2008, recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio, per quanto riguarda l’introduzione di modalità di applicazione relativa alla produzione di animali e di alghe marine dell’acquacoltura biologica).

Produzione di alghe marine. Si richiamano i requisiti per l’idoneità della coltivazione (distanze minime tra alghe “bio” e produzioni convenzionali, tenuto anche conto delle correnti marine; punti di prelievo e di scarico delle rispettive acque) e i criteri alla base della gestione sostenibile (monitoraggi ambientali, caratteristiche degli impianti e rese annue sostenibili, raccolte sostenibili di alghe marine selvagge, riduzione dei rifiuti, etc.).

Produzione di animali da acquacoltura. Particolare attenzione è dedicata alla qualità dell’acqua e al rilascio dei nutrienti, alla salute e benessere degli animali, alla difesa dai predatori, alla prevenzione dalle fughe. Il monitoraggio dell’impatto delle colture sul fondo e l’ambiente idrico circostante è ancor più rigoroso per la molluschicoltura. Si stabilisce il fermo obbligatorio dell’impianto, non inferiore a 7 giorni, dopo ogni ciclo di produzione….

Continua la lettura qui > Acquacoltura “bio”: il decreto ministeriale di attuazione delle nuove regole UE | Il Fatto Alimentare.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 ottobre 2010 da in Ambiente & Ecologia, Animali, natura & via dicendo..., Consumatori & Utenti con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: