Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Rasoi ricaricabili: alla prova i marchi leader

L’articolo è disponibile solo per i Soci di Altroconsumo, per cui pubblico solo un breve riassunto:

Radersi al meglio con un occhio all’ambiente: alla prova i rasoi con testina intercambiabile di Gillette e Wilkinson.

I prodotti “radi e getta” sono in assoluto i più venduti (65%), mentre quelli con testina intercambiabile rappresentano ancora il 35%, probabilmente perché sono più cari. Nei primi, manico e lamette sono un unico pezzo: una volta consumata la lametta, si getta tutto.

Quelli ricaricabili sono invece più ecologici: quando il tagliente si perde, la lametta può essere sostituita con una nuova, innestandola sullo stesso manico.  Consulta le nostre guide su come orientarsi nella scelta del rasoio e della schiuma da barba.

Sono questi ultimi i modelli che abbiamo preso in considerazione nel nostro test, anche perché, oltre al maggiore rispetto per l’ambiente, garantiscono prestazioni notevolmente migliori. I risultati sono confermati nel test condotto a livello europeo su oltre 30 prodotti usa e getta, in cui si è visto che le prestazioni sono inferiori sia sulla barba giornaliera sia su quella di tre giorni.

Quanto all’impatto ambientale, non bisogna solo considerare la maggiore produzione di rifiuti a fine vita del prodotto, ma anche il maggiore spreco di materie prime per la produzione e il maggior ingombro per trasporto e stoccaggio.

In particolare qui figurano i modelli con testine intercambiabili delle due marche leader di mercato, Gillette e Wilkinson, e giusto a titolo di confronto un modello usa e getta. Per tutte queste ragioni consigliamo di utilizzare nella quotidianità i rasoi ricaricabili; gli usa e getta andranno bene in caso d’emergenza.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 febbraio 2011 da in Consumatori & Utenti con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: