Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Le strade-gruviera dell’Appennino dimenticato

di Maurizio Caprino

Su molte montagne italiane, c’è una realtà molto lontana dalla percezione di chi guida. Ci sono strade tutt’altro che congestionate, un deserto inimmaginabile per chi è abituato ad andare a sciare nel weekend al Nord.

Ma, se siete appassionati di guida, frenate l’immaginazione: non sono strade su cui divertirsi. Perché sono ridotte tanto male che, oltre alle buche, occorre schivare le transenne messe a protezione (quando le mettono) dei tratti in cui qualche frana si è portata via un intero pezzo di carreggiata.

La scarsa utenza e le magrissime finanze degli Enti locali di quelle zone fanno sì che tutto resti così. Da anni. Però nel Foggiano uno spiraglio di luce si vede: la Provincia ha approvato alcuni progetti di messa in sicurezza, dopo che l’estate scorsa la regione Puglia aveva annunciato stanziamenti.

Mi pareva giusto darne notizia, perché anche questa è Italia. E noi, dalle nostre scrivanie metropolitane, spesso ce ne dimentichiamo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: