Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Trenitalia gioca “sporco”…

Ieri ho pubblicato la sintesi dell’articolo di Altroconsumo di marzo circa i ritardi cronici dei treni,
ma nell’articolo riservato ai soci c’è una chicca che merita la massima diffusione e che attesta, se ce ne fosse bisogno, la malafede di trenitalia e la (presunta) furbizia.

Di certo si evince che ci prende tutti per dei minchioni. Come se nessuno fosse in grado di vedere quando si gioca sporco.

Leggo infatti che:

In alcuni casi per diminuire i ritardi Trenitalia ha aumentato sulla carta i tempi di percorrenza necessari. E poi definisce “veloci” treni che vanno più lenti.

È così assurdo che sembra uno scherzo. Invece basta collegarsi al sito di Trenitalia per scoprire che è vero. Il Frecciarossa 9591 che parte da Milano Centrale alle 5.45 arriva a Bologna alle 7.50. Ci mette più di due ore, mentre in altri orari solo una. Com’è relativo il tempo per le FS…

Due anni fa il regionale Milano-Bologna impiegava 2 ore e 32 minuti per raggiungere Bologna. Oggi il Regionale Veloce (RV) ci mette (sulla carta) 2 ore 48 minuti e costa 1,7 euro in più.

Cara Trenitalia, sai bene che non basta l’aggettivo “veloce” per mettere il turbo a un treno.

Perché sforzarsi di arrivare puntuali, se si può spostare l’ora dell’appuntamento?

È la nuova filosofia di Trenitalia, che non fa altro che allungare la durata delle percorrenze. Si è concessa 19 minuti in più per l’Intercity, 6 minuti per EScity, 5 minuti per l’ICN e così via. Come per magia i ritardi calano…

3 commenti su “Trenitalia gioca “sporco”…

  1. Pingback: Con il trucco, gli aerei arrivano prima (sulla carta) | Paoblog

  2. Pingback: Trenitalia: vietate le critiche, ma anche le proteste « Paoblog

  3. Poppea
    4 marzo 2011

    Io ho fatto la pendolare per 5 gg da Civitavecchia a Roma, come puntualità non posso dire nulla, a volte arrivava anche prima ma erano strapieni.

    All’andata no problem, trovavo sempre posto, il treno si riempiva a Ladispoli dove c’è il maggior numero di persone dell’est che vanno a Roma a lavorare.

    Al ritorno sempre strapieno in quanto io non partivo da termini ma tre stazioni dopo per cui mi è capitato di fare anche 20 minuti di tragitto in piedi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 marzo 2011 da in Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: