Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Cordless Gigaset SL910 – le prime impressioni di Altroconsumo

Leggo su Altroconsumo:

Il telefono cordless di Gigaset punta sull’estetica e l’unicità di alcune funzioni  per chi è alla ricerca di un prodotto in controtenza, non scontato e gradevole. La prima e più ovvia differenza rispetto ad altri prodotti simili è l’assenza di una tastiera, rimpiazzata da uno schermo a tocco. L’impressione che se ne ha è di trovarsi di fronte a uno smartphone.

La cornice e la base sono in vero metallo. Assieme alle plastiche utilizzate, l’impressione è di solidità e raffinatezza. Sul versante delle funzionalità accessorie, spiccano la possibilità di caricare suonerie mp3 personalizzate, la possibilità di associare un’immagine a ogni contatto della rubrica (sincronizzabile via Usb con un pc) e il supporto ad auricolari Blutooth.

Sulla base è presente una presa Ethernet che serve per effettuare aggiornamenti del firmware via web, connettendosi ad un router o un modem Adsl. La presenza di una porta Ethernet potrebbe far pensare che la base stessa possa fungere anche da modem. ma in realtà non è così.

Tutte queste funzionalità accessorie possono far ricordare uno smartphone, ma attenzione, ci troviamo di fronte a un cordless e neppure dei più economici. Costa 149 euro.

Se da un lato il prezzo trova in parte giustificazione nel design raffinato, nello schermo a tocco e nei materiali pregiati, dall’altro dobbiamo tenere presente che si tratta di caratteristiche superflue.

Il prodotto è valido, ma destinato solo a chi è alla ricerca di un oggetto dal design  ricercato e un po’ fuori dagli schemi.

Pregi: Design elegante, materiali di qualità

Difetti: È sempre e solo un telefono cordless

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 dicembre 2011 da in Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico, Tecnologia, Scienza, Web & C. con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: