Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Se avanzi soldi dai comuni milanesi…

Non è paradossale che le Micro e Piccole Imprese debbano  accedere ad un finanziamento a tasso zero (e meno male che c’è) per tirare avanti in attesa che le amministrazioni comunali paghino il dovuto?

Le stesse amministrazioni che non esitano ad inviare Cartelle di pagamento se tu non paghi alla scadenza…

Mi è subito venuto alla mente il cliente che l’altro giorno lamentava i pagamenti a 600 giorni da parte del Comune di Milano …

°°°

La Camera di Commercio di Milano, in collaborazione con UniCredit S.p.a. e ANCI Lombardia, ha istituito un Fondo pari a 15 milioni di Euro per favorire lo smobilizzo dei crediti scaduti, ma certi, liquidi ed esigibili, vantati dalle Micro e PMI milanesi nei confronti dei Comuni della provincia di Milano.

L’agevolazione consiste in un finanziamento di 12 mesi da 15.000 fino a 100.000 € , a tasso zero, senza nessuna penale, onere o spesa per estinzione anticipata.

Per crediti superiori a 100.000 è previsto un finanziamento agevolato finalizzato a coprirne la differenza: Tasso Euribor 12 mesi+ spread (minimo 1,25%-massimo 2,8%)

Link: http://www.mi.camcom.it/sbloccacrediti

Un commento su “Se avanzi soldi dai comuni milanesi…

  1. Christian
    6 febbraio 2012

    Si è paradossale senza dubbio, come paradossale è la politica scellerata che si è fatta e che si sta facendo con i Comuni da parte del Governo.

    Continuano a mantenere ferreo il patto di stabilità interno per diminuire il debito pubblico, riducono a i piccoli comuni il numero di Consiglieri ed Assessori.

    Io sono amministratore del mio Comune da 5 anni (a maggio scade il mandato) e per il prossimo il numero degli assessori dovrà essere ridotto da 6 a 4 in un comune che conta quasi 6000 abitanti.

    Un lavoro immane per quattro persone che per tirare avanti le casse del comune hanno deciso di dimezzarsi l’indennità. (217 € al mese diventati 206 per l’aumento della percentuale Irpef);se a questo ci aggiunge assicurazione annuale, rimborsi di missione mai richiesti, le lascio dire a lei.

    Non per fare demagogia ma il debito pubblico per quanto concerne i comuni è valutato circa l’8% mentre per i ministeri il 70% (!!) e li nessun taglio!

    Ed ancora più paradossale è che Roma non è soggetta al patto di stabilità interno!!

    Anomalie tutte Italiane..

Rispondi a Christian Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: