Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Le ambasciate italiane si mobilitano per il parmigiano Reggiano

Per quel che mi riguarda proprio stamattina sono andato a ritirare 6 kg. di parmigiano (3 per noi e 3 per i miei genitori) che abbiamo acquistato tramite Paolino2. 🙂

°°°

Ottantacinque sedi diplomatiche, tra cui ci sono anche 15 ambasciate straniere, e i dipendenti del Ministero degli Esteri a fianco dei caseifici del Parmigiano Reggiano danneggiati dal terremoto che ha colpito l’Emilia.

Martedì un Tir con 200 forme di Parmigiano Reggiano (per 8 tonnellate) e porzioni da uno e cinque chili (per un’altra tonnellata) dall’Emilia e del Mantovano arriverà a Roma. Lì le porzioni del Re dei formaggi saranno distribuite ai dipendenti del Ministero Affari esteri che hanno partecipato alla sottoscrizione a favore dei caseifici emiliani.

Le forme, invece, ripartiranno alla volta delle 70 sedi diplomatiche italiane in tutto il mondo che le hanno prenotate.

A raccontarlo è il Consorzio di tutela. “Si tratta – spiega il presidente del sindacato dei diplomatici, Enrico De Agostini – di un segnale di vicinanza e solidarietà ma, soprattutto, di un simbolo di come i mercati internazionali possano trainare la ripresa produttiva. Le immagini delle forme di Parmigiano Reggiano cadute a terra il 20 e poi il 29 maggio avevano fatto il giro del mondo. Ora a livello internazionale verranno diffuse le immagini simbolo della ripartenza del sistema agro-alimentare emiliano”.

Oltre alle 70 sedi diplomatiche italiane in tutto il mondo, hanno aderito all’iniziativa anche quindici ambasciate straniere a Roma: Australia, Austria, Belgio, Brasile, Burkina Faso, Germania, Giappone, Giordania, Paesi Bassi, Pakistan, Romania, San Marino, Sud Africa, Svezia e Svizzera.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: