Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Le promesse (a peso d’oro) delle agenzie di debito

Avevo già letto tempo fa un articolo molto critico nei confronti delle consulenze delle Agenzie di debito e che in chiusura invitava ad una giusta dose di diffidenza. Oggi ho letto su Altroconsumo un altro articolo nel quale si spiega chiaramente che il ricorso a queste agenzie rischia di farci accumulare altri debiti nella speranza, magari vana, di ridurre quelli già in essere.

°°°

Ti raggiungono sul cellulare con un sms o nella tua casella di posta elettronica promettendo di ridurre i tuoi debiti dal 40 al 70%: sono i solerti consulenti delle agenzie di debito. Sembrano una manna per chi non riesce a far fronte alle pendenze con le banche e il Fisco. Non è così: si fanno pagare a peso d’oro senza garantire il risultato.

Cancella il debito! E’ il leit motiv di quest’epoca di crisi e il tallone di Achille degli italiani da sempre sul fronte della spesa pubblica, ma lo sta diventando anche su quello privato. Secondo gli ultimi dati di Bankitalia, quasi una famiglia su tre è indebitata per un importo medio di quasi 44 mila euro. Non stupisce che in questo periodo di crisi e di sovraindebitamento, stiano proliferando anche nel nostro Paese le cosiddette agenzie del debito sul modello delle “debt agency” statunitensi che ti propongono la loro assistenza per ridurre i tuoi debiti dal 40 fino al 70%. La principale di queste è Agenziadebiti.it.

Agenziadebiti promette sul suo sito agli indebitati di “riuscire legalmente a posticipare, rateizzare, diminuire o (persino!!) annullare i debiti siano essi con il Fisco, Stato, Creditori, Banche e Finanziarie”.

Quanto costa il servizio di consulenza? Agenziadebiti.it chiede 390 euro per l’apertura della pratica, l’esame della documentazione, le visure sulla situazione debitoria complessiva e lo studio di fattibilità per trovare la soluzione migliore. Quindi si sborsano subito 400 euro senza aver fatto nulla se non guardare le carte e senza dare alcuna garanzia sull’esito finale.

A questi soldi da tirar fuori subito si aggiunge il compenso per la contrattazione con la banca o la finanziaria che varia tra il 5% e il 15% dell’ammontare dell’intero debito, comunque slegato dallo sconto che hanno ottenuto.

Per rinegoziare il mutuo ci vogliono 800 euro che salgono a 1.000 quando si tratta di un prestito non garantito. Per essere cancellati dalle banche dati dei cattivi pagatori si sborsano  tra 1.000 e 2.000 euro. Costi non indifferenti che rischiano di farci entrare in nuove pendenze nella speranza di ridurre quelle già esistenti con banche e finanziarie.

Il rischio per chi è già indebitato è di veder crescere ancora il debito senza avere la certezza di un esito favorevole finale. C’è anche il paradosso che l’onorario dell’Agenzia si può pagare a rate…. Aggiungendo interessi al debito.

Operazioni come la rinegoziazione del mutuo, del piano di ammortamento dei prestiti, la cancellazione dei propri dati dalle banche dati possono essere fatte anche direttamente dalla persona indebitata, senza spendere queste somme di denaro.

Per esempio, puoi chiedere direttamente alle banche o alle finanziarie se i tuoi dati personali e/o sensibili sono presenti in particolari banche dati come le centrali rischi che sono consultate da banche e finanziarie per la concessione del prestito. Bisogna inviare alle banche o alle finanziarie una richiesta di accesso ai dati personali ai sensi dell’art.7 codice privacy, in cui si chiede la conferma dell’esistenza dei propri dati personali o l’origine dei dati o di sapere a chi i dati sono stati comunicati (usa il nostro modello di lettera) e di chiederne la cancellazione (con il nostro modello di lettera).

2 commenti su “Le promesse (a peso d’oro) delle agenzie di debito

  1. Pingback: Tim ti manda l’sms pubblicitario delle agenzie di debito…. « Paoblog

  2. Pingback: Agenzia debiti dichiarata fallita e messa sotto inchiesta « Paoblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: