Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Mediaset Premium, aumenti e caos: il caso dell’ ”offerta 23”

un articolo che leggo su Il Salvagente e che mi fa pensare che Mediaset Premium non abbia perso il vizio di complicare le cose a totale discapito dei suoi clienti….

“Gentile cliente, Premium dal 1° luglio ha cambiato il proprio listino per i nuovi clienti, creando un’offerta più semplice e ancora più ricca”.

Comincia così la lettera che Mediaset ha spedito ai vecchi clienti che hanno un contratto EasyPay. Nel leggerla alcuni nostri lettori hanno avuto un sobbalzo, per poi scriverci tra l’indignato, l’ironico e lo sbalordito.

Il passaggio chiave, infatti, arriva già dopo poche righe e recita testualmente: “Solo per te che sei già nostro cliente l’offerta 23 rimarrà attiva. Dal 1° ottobre 2012 la tua offerta passerà a € al mese”.

Nessun refuso, almeno da parte nostra: la lettera recita proprio “offerta 23” e non specifica quanti euro al mese si pagheranno.

“Ho capito – chiosa scrivendo al Salvagente Enrico da Roma – ognuno di noi aggiunge a penna la cifra che vuole pagare”.

Meno ironica e più pungente Simona di Milano che ci scrive:È ovvio che dopo una lettera di questo genere si chiama in massa il call center di Mediaset. E dato che si tratta di un numero a pagamento, si tratta di un guadagno extra per le casse di Cologno Monzese”.

Peccato che anche chi decide di telefonare all’199 di Mediaset faccia fatica a capirne di più.

Al nostro tentativo l’operatrice  prova a spiegarci che l’offerta calcio non esiste più da sola e ora “per migliorare il servizio”, Premium include obbligatoriamente le serie tv e i documentari. Il tutto a 23 euro al mese contro i 19 che si pagavano per il solo calcio fino allo scorso anno.

Un bell’aumento, oltre il 20%, che potrebbe dare un senso alla fumosa “offerta 23” citata dalla lettera.

Peccato che nei bouquet schematizzati dalla lettera, una formula a 23 euro proprio non compaia.

Lo facciamo presente all’operatrice e a questo punto la confusione è completa: ci invita a richiamare con il numero di tessera alla mano per chiarire quanto pagheremo…

Telefonata inutile, proviamo con l’ufficio stampa. Anche qui lo stupore alla lettura della missiva “in codice” è totale.

Qualche timido tentativo di giustificazione iniziale, ma quando chiediamo come mai dell’aumento non ci sia traccia nel sito e se Mediaset non intenda inviare di nuovo una lettera agli utenti, magari in italiano e con qualche scusa, la nostra conversazione finisce in un “la faremo richiamare da qualche tecnico”.

La chiamata arriva, ma non la soluzione: l’azienda infatti non ha deciso se spedirà una rettifica a tutti i clienti o li chiamerà uno per uno.

Quel che è certo (ma non ancora deciso ufficialmente) è che l’aumento slitterà, ci assicurano, visto che con i tempi che occorrono per informare tutti non c’è lo spazio per far scattare i rincari dall’1 ottobre.

Chissà che nel frattempo a Cologno Monzese non arrivi un esperto di crittografia che aiuti a interpretare lettere di questo genere…

Un commento su “Mediaset Premium, aumenti e caos: il caso dell’ ”offerta 23”

  1. Pingback: Problemi con le pay tv, che fare? « Paoblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: