Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Riscuoteva le tasse locali per i Comuni e se la teneva…?

Leggo su il Corriere che l’amministratore della «Tributi Italia spa», società concessionaria per la riscossione dei tributi in oltre 400 comuni, è statoarrestato dalla Guardia di Finanza che ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Chiavari.

Guardiamolo in faccia il furbetto di turno.

(Giuseppe Saggese in una foto del Secolo XIX)

Io resto della mia idea già espressa giorni fa; a gente di questo calibro, bisognerebbe far arrivareil proprio disprezzo ad ogni passo che faranno…

Le accuse nei confronti di Giuseppe Saggese , 52 anni di Rapallo, sono peculato, dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, omesso versamento di ritenute certificate e omesso versamento Iva.

La società si occupava su incarico del comune della riscossione delle tasse locali (Ici, Tosap, ecc…). Ma, una volta incassate le somme (al netto di quanto le spettava per l’incarico ricevuto), anzichè riversarle nelle casse dei comuni le tratteneva sui propri conti.

Secondo l’accusa Saggese con i soldi presi ai cittadini e non versati ai comuni, non avrebbe badato a spese, con prelievi giornalieri dai conti della società anche di 10.000 euro, autovetture di lusso, yacht ed aerei privati, soggiorni in località prestigiose, feste mondane e concerti di musica.

Molti dei circa 1000 dipendenti di Tributi Italia spa sono stati licenziati, molti altri sono in cassa integrazione, mentre alcuni comuni sono arrivati sull’orlo del dissesto finanziario.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: