Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Dal 2016 le due ruote dovranno rispettare l’ Euro3. Regole più severe dai 125 in su.

Dal primo gennaio 2016 i motorini dovranno rispettare i livelli Euro3.

Per le moto più pesanti le regole ecologiche saranno più stingenti: dal 2016 dovranno rispettare lo standard Euro4. E dal 2020 saliranno a Euro5.

Soddisfatta l’Associazione europea dei costruttori di moto, che ha combattuto contro la proposta di introdurre l’obbligo di montare il costo sistema Abs su tutte le ‘due ruote’ a partire dal primo gennaio 2013.

Il nuovo testo introduce l’obbligo di montare il sistema di frenata Abs (anto-blocking system, il congegno elettronico che impedisce alle ruote di bloccarsi) su tutte le moto oltre i 125 cc. di cilindrata che saranno immatricolate dal 2016,mentre il sistema di frenata combinata, più economico dell’Abs, per motorini e scooter fino a 125cc.

Il testo prevede anche norme molto restrittive per i kit che truccano i motorini, potenziando le loro prestazioni ben al di là di quanto prevede la legge (in Italia un ‘cinquantino’ non dovrebbe superare i 45 km/h…).

L’industria europea, già colpita dalla crisi, rischiava di essere strangolata dall’aumento dei costi che sarebbe stato inevitabilmente scaricato sul prezzo all’utente. In più, ha sempre sostenuto l’Acem, l’Abs di fatto é inutile per i motorini e gli scooter che sono la linfa del traffico cittadino.

A quelle velocità, hanno sostenuto gli esperti, è più efficace il sistema Cbs (sistema a frenata combinata, che distribuisce cioé automaticamente tra ruota anteriore e posteriore la pressione fatta sulla leva o sul pedale).

Ma, come ha fatto notare il relatore parlamentare olandese, Wim Van de Camp, «la vera sicurezza quando si va in motocicletta è nelle mani di chi la guida».

viaMotorini più “verdi” dal 2016 | Economia Web.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: