Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Telecom Italia cambia la tariffa base: chiamare i cellulari costerà la metà

leggo su AltroconsumoTelecom Italia cambierà la tariffa base per le utenze di telefonia fissa. La tariffa base è quella che viene fornita di “default” all’apertura di una nuova utenza, che quindi risulterà maggiormente penalizzante per chi non è particolarmente attento al mercato, come ad esempio le persone anziane. A partire da aprile, oltre alle variazioni sui costi delle chiamate, è anche previsto un incremento del canone Telecom, che passa dagli attuali 16,64 ai 17,40 euro.

Le chiamate effettuate da telefono fisso costeranno 5 centesimi di scatto alla risposta e 5 centesimi al minuto, sia che il destinatario sia un altro telefono fisso che un cellulare. Per le telefonate verso i numeri fissi, il traffico che eccede le 3 ore mensili sarà conteggiato con una tariffazione scontata del 50%. Magra consolazione, dal momento che in media il traffico mensile verso i numeri fissi supera di poco le 2 ore.

Se è vero che, per le chiamate verso i numeri fissi, lo scatto alla risposta ha subito una riduzione del 37%, passando da 7,94 a 5 centesimi, è anche vero che la tariffa è aumentata in maniera spropositata. Con un aumento del 163%, si passerà così dagli attuali 1,9 centesimi ai 5 centesimi di euro al minuto. La situazione è migliorata per le telefonate effettuate dal telefono fisso verso i cellulari, dove Telecom arriva a essere più competitiva degli operatori di telefonia mobile.

La nuova tariffa permette di risparmiare il 49%: si passa dagli attuali 9,9 ai 5 centesimi di euro al minuto. Come dimostrato nella tabella, perciò, per le chiamate verso i cellulari il risparmio è dimostrato. Chiamare un numero fisso, invece, comporterà una spesa notevole soprattutto in caso di chiamate lunghe.

Il taglio delle tariffe verso i cellulari è un atto dovuto nel confronto dei consumatori perché, durante gli ultimi mesi, i costi sostenuti dagli operatori si sono ridotti. I costi di terminazione mobile, ovvero il “pedaggio” pagato da un operatore per far passare le proprie chiamate sulla rete degli altri operatori, stanno scendendo vertiginosamente. Si tratta di costi che l’utente finale non vede, ma sono inclusi nel prezzo pagato per telefonare.

Ci aspettiamo che questa importante variazione nelle tariffe abbia presto un riscontro effettivo sia sul mercato del fisso che su quello del mobile. Se raffrontiamo i 5 centesimi proposti da Telecom Italia con le più diffuse tariffe degli operatori mobili (12 centesimi al minuto e 18 di scatto alla risposta), ci accorgiamo che siamo piuttosto distanti. Converrà limitare l’uso del cellulare e ritornare a utilizzare il telefono fisso anche, e soprattutto, per chiamare i telefonini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: