Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

“Slight”: la marmellata trentina con l’etichetta accattivante e tanti riferimenti alla leggerezza

un articolo di Valeria Torrazza che leggo su Il Fatto Alimentare

slight confettura Sugli scaffali di Carrefour abbiamo trovato una confettura accattivante con un  esplicito richiamo al mondo del cibo dietetico e alcune caratteristiche interessanti.

Il prodotto è Slight, che più della marca sembra una dichiarazione esplicita del proprio ruolo. Infatti al termine light viene anteposta una semplice S con 2 asterischi che rimandano a: Solo leggerezza”, “Solo con zuccheri provenienti dalla frutta”.

Si tratta di una confettura a ridotto contenuto calorico di fragole e rosa canina. Il minore apporto calorico è supportato dalla quantità di zuccheri, inferiore del 30% rispetto a quella di una confettura tradizionale con  il 58% di zuccheri.

Basta un rapido controllo alle confetture esposte sugli scaffali del supermercato  per vedere che  la quantità media di zuccheri di una confettura oscilla dal 46% al 62%.

Slight non riporta in etichetta il nome del produttore,  mentre c’è l’indicazione del distributore, Erberossi di Trento. Il luogo di produzione è la sede di Menz&Gasser un altro protagonista del mercato  che  offre nell’assortimento marmellate  tradizionali con il 59% di carboidrati.

La confezione ha un aspetto molto semplice e al tempo stesso chiaro: il vasetto è ricoperto da un film plastico bianco, le scritte e i disegni sono in prevalenza di colore nero e rosso. La parte frontale del vasetto riporta la dicitura “100% bellessere del Trentino”, che esplicita il luogo di provenienza e la finalità (il bel benessere?) del consumo.

slight confettura retro

Altre concessioni ad elementi di fantasia  sono  le scritte posizionate a fianco  di alcune finestre (vedi foto a sinistra) che lasciano vedere la quantità di confettura presente nel vasetto.

Le quattro scritte sono frasi che rimandano a quello che si dovrebbe provare mentre si assapora il prodotto.

Dall’alto in basso si legge: “Affonda il cucchiaio: inizia la scoperta”, seguita da “La sorpresa lascia senza parole”, e ancora “Ora non potrai più farne a meno”, per finire con “Compra subito un nuovo vaso e… scopri anche gli altri gusti della linea”.

La proposta è un  po’ naif , ma anche funzionale perchè permette di  controllare quanta confettura è rimasta.

Si tratta di un prodotto originale con una criticità: il prezzo che risulta superiore ai dieci euro al kg. Siamo di fronte a un listino decisamente  più alto rispetto alle confetture tradizionali, che si possono acquistare con meno di 4 euro/kg.

 

Un commento su ““Slight”: la marmellata trentina con l’etichetta accattivante e tanti riferimenti alla leggerezza

  1. Poppea
    24 gennaio 2013

    Sicuramente è meglio delle altre però la marmellata con poco zucchero ha poco tempo di mantenimento, quando io la faccio quella a cui aggiungo 1 kg di zucchero si mantiene un anno, con poca bollitura e quella con ½ chilo 6 mesi.

    Per farla mantenere di più bisogna bollirla un po’ a quel punto rimangono solo zuccheri ma le proprietà della frutta sono nulle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: