Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un dvd: il documentario “Trashed”

TrashedIsole di plastica grandi quanto il Texas. Un mare di rifiuti e un problema che non può essere più sottovalutato.

Di questo si occupa Trashed, documentario della giornalista inglese Candida Brady che, con un testimonial d’eccezione come il premio Oscar Jeremy Irons, guida tra la spazzatura che la Terra ha accumulato nell’ultimo secolo.

Presentato al Festival di Cannes nel 2012 senza grandi clamori, il documentario esce ora in dvd in Italia e pone interrogativi a cui le grandi istituzioni e corporazioni internazionali non ancora hanno saputo (e voluto) rispondere.

Trashed, che nel suo stile documentaristico ha una grande forza nella proposizione di immagini al limite, racconta di un viaggio in Libano, a Saida, dove nella sua spiaggia c’è una discarica alta 14 metri che viene tempestata dalle onde.

O inquadra la vita che scorre a Giacarta, in Indonesia, tra i rifiuti portati a spasso dal fiume Ciliwung mentre le donne lavano i panni nelle sue acque e i bambini giocano tranquillamente nelle sue coste.

Il mare così nel giro di un secolo è diventato una grande discarica a cielo aperto.

Basti pensare che nell’Oceano Pacifico, tra le Hawaii e la California, c’è il Pacific Trash Vortex, un’isola galleggiante di spazzatura grande quanto il Texas. Un’area per lo più di plastica che non può essere correttamente misurata perché la parte emersa è almeno un terzo di quella coperta dall’acqua.

Nata dall’accumulo sfrenato di immondizia (circa 3 milioni di tonnellate) e favorita dalle correnti marine che incontrandosi creano una sorta di vortice, questa isola galleggiante sta per essere esplorata da una squadra guidata dallo scienziato Patrick Deixonne, membro della Società degli esploratori francesi. La missione, partita il 20 maggio, si appresta così a mappare quello che da molti è stato definito il settimo continente a causa delle sue dimensioni.

Il Pacific Trash Vortex non soffre di solitudine. Gli fanno compagnia difatti numerosi accumuli di detriti e rifiuti: tra questi spiccano quelli del Mar dei Sargassi, a poca distanza dai Caraibi, e dell’Atlantico in un’area che fa da collante tra le acque territoriali argentine e sudafricane. Tante grandi isole di spazzatura in un mare che sta diventando sempre più pieno di rifiuti.

Fonte: Lettera43.it

14 commenti su “Un dvd: il documentario “Trashed”

  1. paoblog
    29 settembre 2014

    Mi ha scritto l’amica Luisa, dopo aver visto il dvd (2 volte) insieme al figlio più grande: “Mio figlio si è incazzato! E’ cresciuto con le idee che io gli ho inculcato e la scuola che frequenta lo ha stimolato moltissimo sotto questo aspetto…”

  2. Francesco
    16 settembre 2014

    Assolutamente interessantissimo, di impatto forte e forse persino devastante, ma credo quel giusto che è necessario per far aprire gli occhi e acquisire una consapevolezza almeno nell’informazione di ciò che accade e che si può fare.

    A chi e dove lo devo inviare?

    • Paoblog
      16 settembre 2014

      Ti faccio sapere via mail

  3. Pingback: Consumabile 2014: La differenza falla tu… | Paoblog

  4. Pingback: Un film: La memoria degli ultimi | Paoblog

  5. Paoblog
    15 aprile 2014

    lo ha visto Poppea che poi lo ha passato a Bosch che oggi mi ha scritto “Ho visto il dvd….agghiacciante” … e nei prossimi giorni arriverà a Francesco…

    i Bloggers del Lazio lo stanno spremendo per bene questo dvd 🙂

  6. Paoblog
    13 marzo 2014

    il dvd è in viaggio tra i Bloggers… lo ha visto SPugna… lo ha visto Paola che oggi mi scrive:

    “anche se il problema un po’ lo conoscevo è stato drammatico vedere a che punto siamo arrivati. io cerco di fare del mio meglio, ma se le cose non cambiano dall’alto non so se ne verremo mai fuori.”

  7. Pingback: E’ arrivato il dvd di “-100 chili” e… | Paoblog

  8. Pingback: Un docu-film con produzione popolare. Io aderisco… | Paoblog

  9. Pingback: La plastica ritorna: i nostri rifiuti sono rispediti al mittente attraverso la catena alimentare. Il caso del lago di Garda | Paoblog

  10. Pingback: Aquafresh presenta la 4°edizione di “Chiudi il Rubinetto” | Paoblog

  11. Pingback: Non solo il “Pacific Trash Vortex”. Anche nel Tirreno un mare di plastica | Paoblog

  12. Pingback: Sicurezza stradale alla Mostra del cinema. Senza complessi | Paoblog

  13. Pingback: Se l’Amsa pulisce dove c’è pulito e poi… | Paoblog

Rispondi a Paoblog Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: