Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Crisi: uno su tre taglia la spesa del meccanico auto, ma gli altri due…

Nell’articolo pubblicato da SicurAuto il titolo fa riferimento al 30% di automobilisti che ha ridotto la manutenzione all’auto, tuttavia scorrendo le cifre si potrà leggere anche che il 25% è sicuramente più attento di prima, il 12% l’ha aumentata e il 50% l’ha confermata.

Io sono da sempre molto attento alla manutenzione che, tutto sommato, mi ha permesso di avere le prime rogne meccaniche con la Toyota (9 anni e 160.000 km) solo nell’ultimo anno; resto dell’idea che spendere un tot oggi per la manutenzione mi eviterà di spendere molto di più domani per riparare un eventuale guasto.

E’ ovvio che con i tempi che corrono è necessario fare delle economie, ma preferisco tagliare altre voci, dato che l’eventuale acquisto di una nuova macchina oggi, sarebbe un bel problema. Tra l’altro più la macchina è vecchia e più aumentano i problemi per reperire certi ricambi, quindi nei limiti del possibile è meglio prevenire.

Sarebbe il caso, piuttosto, di affidarsi ad un meccanico  di fiducia, magari affidandosi al passaparola fra amici, in modo da potersi garantire un’assistenza che fa oltre a quella della Casa che non sempre è al Top.

Resta il fatto che bisogna sempre perdere un pò di tempo ed andare oltre a certe offerte mirabolanti di tagliandi a basso prezzo che poi, allo stato dei fatti, costano come quelli fatti dal meccanico di fiducia.

Come detto tempo fa, se la nazional-popolare Toyota, tramite il concessionario Autocarman, mi ha sempre offerto un’ottima assistenza, altrettanto non si può dire della Mercedes, (anche se un concessionario all’altezza l’ho trovato nel 2011) cosa questa che a suo tempo mi ha spinto nelle ricerca di un meccanico di fiducia che effettivamente offre un ottimo servizio; tra l’altro, nelle piccole officine si instaura spesso un rapporto più stretto con il meccanico che attua politiche commerciali differenti, anche se i costi della manutenzione sono in linea con quelli della Rete ufficiale.

Spesso leggiamo delle campagne di controllo della vettura, presso la rete ufficiale, con 30 controlli ad un prezzo forfettario; nel mio caso, prima di andare in vacanza, ho portato la Smart per un controllo generale ed il meccanico non mi ha fatto pagare nulla, affermando che “figuriamoci se ad un cliente che viene sempre, faccio pagare questi controlli….”; alla mia obiezione che in ogni caso aveva perso tempo, ha scrollato le spalle.

Il meccanico di fiducia, poi, anche se ha dei prezzi che alla fine sono simili a quelli della Rete ufficiale, spesso ha un occhio più attento alle esigenze del cliente. In occasione dei continui cambi di lampadine della Smart che ho raccontato in questo post, parlando con il meccanico Bosch ho scoperto l’esistenza di lampadine che, seppur più care, offrivano una durata maggiore che nei fatti ha addirittura superato le aspettative.

Sembra una cosa da poco, tuttavia trovare la lampadina giusta mi ha permesso un risparmio di quasi 60 € in un anno, oltre al tempo per recarsi dal meccanico per la sostituzione. Buttali via…

Oggi (4 settembre) ho portato la Toyota a fare il tagliando e ne ho approfittato per chiedere al meccanico (Bosch Car Service) il suo punto di vista in meito, facendo riferimento alla sua clientela abituale e mi ha detto che il 30% in meno è riduttivo.

Mi raccontava che gli italiani*, terrebbero l’auto attaccata con il nastro adesivo piuttosto che per spendere per la manutenzione in caso di rottura, figuriamoci per quella preventiva.

(Ogni riferimento al fatto che la Smart ha del nastro adesivo sul paraurti, è puramente casuale. 😀 )

Mi diceva che sono sempre più quelli che fanno fare il preventivo e poi non danno corso al lavoro, sino ad arrivare all’automobilista che ha fatto consumare le pastiglie al punto tale da rovinare i dischi freno che avrebbero dovuto essere sostituiti, ma lui ha chiesto la sostituzione delle sole pastiglie ed il meccanico si è rifiutato adducendo il fatto che con i dischi così rovinati non avrebbe potuto frenare in sicurezza e lui non voleva avere responsabilità di sorta in caso di incidente.

Gli ha quindi detto che gli avrebbe cambiato solo le pastiglie solo se avesse firmato una dichiarazione nella quale si assumeva tutte le responsabilità del caso, E l’automobilista l’ha fatto, per cui per le vie di Milano c’è una Punto con le pastiglie nuove ed i dischi rovinati. Auguri a tutti noi.

* La precisazione fatta dal meccanico circa le abitudini “degli italiani” è dovuta al fatto che i suoi clienti albanesi e rumeni, effettuano puntualmente la manutenzione ed eventuali riparazioni, perchè vogliono avere l’auto a posto. Anche loro non hanno soldi da buttare ed infatti scelgono il ricambio economico, ma l’auto la riparano.

Articoli correlati > Una promozione Smart sui costi di manutenzione…con asteriscoLeggo un articolo sugli ammortizzatori e… Dal gommista…

4 commenti su “Crisi: uno su tre taglia la spesa del meccanico auto, ma gli altri due…

  1. Pingback: Carburante: in 8 mesi, gettito fiscale in calo di 870 milioni di euro | Paoblog

  2. Pingback: Ho l’auto vecchia e mi volete fare pagare più pedaggio in autostrada? | Paoblog

  3. Bosch
    28 agosto 2013

    EH, il meccanico BOSCH……..mica pizza e fichi!!!

    • Paoblog
      28 agosto 2013

      nota per i lettori: il Bosch qui sopra non è il meccanico, ma un amico così soprannominato…. 😉

Rispondi a Bosch Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: