Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Crash test deludente per la Bmw i-3, ma il mercato guarderà ad altro

di Maurizio Caprino

Chissà come l’hanno presa a Monaco: la Bmw si giocava molto con la i-3, non solo perché è la sua prima auto totalmente elettrica e di “media categoria”, praticamente una primizia per l’intera industria tedesca (che ha tanti soldi da investire, ma non si è mai appassionata al tema quanto francesi, giapponesi e americani).

Il fatto è che la i-3 inaugura anche l’uso del carbonio su vetture che non siano supercar e per questo tra gli addetti ai lavori c’era curiosità di vedere come si sarebbe comportata nei crash-test Euroncap.

Ora il risultato è arrivato ed è di sole quattro stelle: non un disastro, però da una vettura così epocale ci si sarebbe aspettati il meglio.

Comunque, andando a vedere nei dettagli, si scopre che in realtà le prove d’urto vere e proprie non sono andate affatto male, tranne che per l’impatto contro un palo, che è un test piuttosto ostico. Ciò che ha contribuito a togliere punteggio sono stati la protezione dei pedoni e la dotazione di sicurezza.

Il risultato sulla protezione pedoni non è il massino per una vettura che promette di avere una buona vocazione cittadina (certamente migliore rispetto a tutte le altre auto a marchio Bmw: le Mini sono dello stesso gruppo, ma sono un’altra storia).

Quanto alla dotazione di sicurezza, non è la prima volta che un marchio premium ha carenze (sia pure non gravi) in quella di serie.

Quanto influirà tutto ciò sulle sorti di mercato della i-3?

Non molto, credo: a parte la scarsa sensibilità del pubblico italiano per le dotazioni di sicurezza, c’è da dire che per il pubblico normale la partita si giocherà sulla praticità d’uso e l’affidabilità della trazione elettrica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 dicembre 2013 da in Il mondo dell'automobile (e non solo), Leggo & Pubblico, Sicurezza stradale con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: