Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Coop pubblica in rete l’elenco dei prodotti ritirati dagli scaffali

un articolo di Roberto La Pira che leggo su Il Fatto Alimentare

Il Fatto Alimentare all’inizio di ottobre 2013 ha lanciato una petizione on line su Change.org per invitare il Ministero della salute e le catene dei supermercati a pubblicare la lista e le foto dei prodotti alimentari pericolosi ritirati dagli scaffali.

Quasi dieci mila persone hanno sottoscritto la petizione (9.697) e un gruppo politico ha presentato un’interrogazione parlamentare.

Ma il risultato più interessante è stata l’adesione all’iniziativa da parte di varie catene di supermercati alle quali avevamo proposto di pubblicizzare le campagne di richiamo e ritiro prodotti nei loro siti.

Diverse hanno aderito e oggi nella lista troviamo: Auchan, Carrefour, Simply, Conad, Lidl, Billa, Eurospin e catene minori come Sogegross in Liguria e Gros Cidac in Valle d’Aosta.

A questa lista si aggiunge oggi Coop che ha accettato il nostro invito inserendo nella home page del sito, e-coop, un nuovo spazio “Avviso di richiamo prodotti“, destinato a rilanciare tutte le comunicazioni riguardanti gli alimenti che vengono ritirati dal mercato in quanto possono nuocere alla salute dei consumatori.

Coop precisa che è comunque prassi abituale avvisare sempre i clienti attraverso cartelli posizionati nelle corsie dei punti vendita interessati.

La decisione di Coop è importante perché risulta in sinergia con lo spirito del legislatore che, nei casi di allerta alimentare, invita i gestori dei punti vendita a ritirare il prodotto dagli scaffali e ad informare i clienti nei modo migliore possibile.

A questo punto aspettiamo un riscontro anche da Esselunga, che resta l’unica catena decisa a non pubblicare in rete le campagne di richiamo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: