Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Cyberbullismo: al via la campagna “Se mi posti ti cancello”

safer_internet_day2014.jpg_1714784688un articolo che leggo su Il Blog del Consumatore

Oggi in Italia parte la campagna “Se mi posti ti cancello”, organizzata nell’ambito del progetto “Generazioni Connesse – Safer Internet Center Italiano” coordinato dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con autorità, enti e associazioni che si occupano di questi temi (es. Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, il Telefono Azzurro, la Polizia Postale) e cofinanziato dalla Commissione Europea.

La campagna, lanciata oggi a Roma in occasione di un evento di sensibilizzazione che coinvolge centinaia di studenti delle scuole romane e che si apre al Teatro della Cometa con la rappresentazione teatrale “Nella rete”, ha lo scopo di rendere internet un luogo più sicuro, raccogliendo le voci e le esperienze dei giovanissimi che vivono il web ogni giorno, raccontandolo anche in maniera ironica e divertente.

L’iniziativa è rivolta a tutti i ragazzi e le ragazze di età compresa tra gli 11 ed i 16 anni. Ciascuno di loro potrà partecipare da solo oppure insieme ai compagni di classe o con i propri amici, rispondendo ad una serie di domande sul mondo del web attraverso un video da postare su youtube e da inviare all’organizzazione del progetto.

L’idea alla base è quella di far uscire i ragazzi dal silenzio, spronandoli a raccontare le loro “strategie di sopravvivenza” ed i problemi che si possono incontrare nella rete (web, chat, social network, instant messaging). I video potranno essere girati con videocamere ma anche con webcam, tablet o smartphone, e dovranno essere trasmessi entro il 15 maggio 2014.

Tra tutti i partecipanti, entro il 30 giugno 2014 verranno selezionati i protagonisti dei 5 video vincitori, che avranno l’opportunità di partecipare ad una serie di 5 episodi che verrà trasmessa sul web.

Possono interessarti anche questi libri: Felicemente #sconnessoDemenza digitale

e questi post: Occhi bassi sullo smartphone –  Non chiamateli nativi digitali Se avete regalato il primo smartphone o tablet ai vostri figli, insegnategli ad usarlo…

2 commenti su “Cyberbullismo: al via la campagna “Se mi posti ti cancello”

  1. paoblog
    13 febbraio 2014

    sei sicuramente troppo giovane 😀

    circa lo slogan, ritengo voglia dire che se mi scrivi (posti) cose minacciose, insulti, ec, io ti cancello e risolvo il problema. A parte il fatto che stalker o cyberbulli trovano terreno fertile se gli dai corda ovvero se rispondi ai messaggi e/o mostri il tuo turbamento pubblicamente, va da sè che chiudergli la porta (del web) in faccia è la soluzione migliore.

    Avrai visto in tv quella ragazzina che l’altro giorno si è buttata dal tetto per cyberbullismo. Tralascio di entrare nel merito della vicenda, tuttavia ti sembre logico che uno si iscriva in un sito dove ti insultano e minacciano ogni giorno, senza pensare di cancellarsi? Tu inviteresti a casa uno sconosciuto che ti manda affancucciolo ogni momento? Idem per il web… nella vita reale ti chiudo la porta in faccia, sul web ti cancello.

  2. andrea
    13 febbraio 2014

    hem, non ho l’età per partecipare… forse sono troppo giovane -:)

    cosa significa: se mi posti ti cancello?

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: