Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Ravenna, nuove luci a led in città per consumare meno

pollice suParto con la solita premessa, già scritta in merito all’illuminazione intelligente di Helsinki, perchè di fatto il succo del discorso è sempre lo stesso; perdonerete il gioco di parole, ma non è solo una questione di fondi disponibili nelle casse comunali, in realtà servono anche amministratori illuminati.

D’altro canto si tratta di una Spesa che, visto il vantaggio che porta, sia in termini ambientali, ma anche di risparmio economico, che si tramuta velocemente in Investimento, con rendimenti che continueranno nel tempo.

Di primo acchito, leggendo di illuminazione intelligente, ti vien da dire che solo in certi Paesi è possibile, visto che di solito in questa Italia la logica (e l’intelligenza) si traduce spesso in un’Utopia.

Spesso è vero, ma è altrettanto vero che è più facile criticare (giustamente) chi non fa le cose per bene, dimenticando però di apprezzare persone ed istituzioni che cercano di Fare la differenza.

Mi riferisco nello specifico a quanto realizzato a suo tempo a Sulbiate come a Turbigo ed anche al Progetto Lumiere al quale ho accennato tempo fa. Quindi prima ancora dei soldi a disposizione ci vogliono il giusto approccio e la voglia di cambiare, in meglio.

un articolo che leggo su E-R Consumatori

La pubblica illuminazione della città di Ravenna sarà presto più potente e sicura nelle strade di competenza comunale. È partito infatti un progetto di riqualificazione che, entro tre anni, porterà alla completa riqualificazione e conversione a Led di oltre 8.500 punti luce situati nella rete viaria.

Gli interventi in programma riguarderanno anche  la sicurezza e l’adeguamento alle norme degli impianti. In particolare si otterrà un consistente risparmio sui consumi energetici e una riduzione dell’inquinamento luminoso, in linea con la normativa regionale.

L’Amministrazione comunale ha intrapreso la realizzazione di questo progetto del valore complessivo di 5 milioni di euro che si articola su due tipologie di interventi di pari importo: riqualificazione energetica e sicurezza degli impianti.

L’installazione di corpi illuminanti a Led sarà l’intervento di maggiore importanza, ma è prevista anche l’installazione di sistemi di telecontrollo di tutti i quadri, la sostituzione di tutte le lanterne semaforiche – che ad oggi utilizzano lampade ad incandescenza – con altrettante a Led, così come, per quanto riguarda gli impianti tecnologici, di tre nuovi sistemi per il controllo del passaggio con il rosso.

Si ipotizza un risparmio energetico di circa 4.000.000 di kWh/anno, pari a circa 2.200 tonnellate di emissioni di CO2 evitate e circa 850 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) risparmiate.

Per i successivi interventi, ulteriori a quelli iniziali che sono a carico dell’ATI, l’Amministrazione beneficerà di una quota pari al 20% del risparmio economico conseguito.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: