Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Uno spazzolino che rimuove “fino al 100%” in più di placca?

Quando ho visto la pubblicità di cui racconta Altroconsumo nell’articolo che segue (qui in sintesi) mi sono subito venute in mente le promesse relative alla velocità di navigazione web, che includono sempre un “…fino a…” e relativo asterisco d’ordinanza; in questo caso, a quanto si legge, persino l’azienda sa di averla sparata grossa.

* * *

Rimuoverebbe addirittura “fino al 100% in più della placca rispetto a uno spazzolino manuale tradizionale”, cioè il doppio di quello che in teoria può fare l’umile spazzolino di casa. Così recita a caratteri cubitali la pubblicità del nuovo spazzolino Oral B Trizone.

oral-b-trizone-lo-spazzolino-che-la-spara-grossa

Ma è davvero possibile? Abbiamo avuto qualche sospetto che questa affermazione fosse come minimo troppo enfatica e per questo abbiamo chiesto al produttore di spiegarci su quali dati fosse basata. L’azienda ci ha mandato lo studio e noi lo abbiamo esaminato scoprendo alcune simpatiche informazioni.

Il dato si riferisce a soli tre punti di pulizia: indubbiamente se si utilizzano solo i denti più difficili da raggiungere i risultati sono amplificati, ma non coincidono più con quelli reali. Inoltre il 100% (indicato come “fino a…”) non è un dato medio con valore statistico calcolato su tutti i soggetti, ma il risultato massimo registrato nello studio.

Nello studio chi ha usato lo spazzolino elettrico è stato istruito su come utilizzarlo al meglio, mentre chi si è lavato i denti manualmente ha continuato a farlo come era abituato.

A nostro avviso il claim è da considerarsi ingannevole in quanto promette risultati eccessivi, creando così aspettative nel consumatore su un tema come quello dei denti su cui la sensibilità è particolarmente elevata. Il consumatore è spinto all’acquisto del prodotto immaginando prestazioni superiori a quelle effettivamente ottenibili.

Nel 2011 abbiamo realizzato un test comparativo su dieci spazzolini elettrici e uno manuale a titolo di confronto. I volontari che usavano lo spazzolino manuale sono stati istruiti e abbiamo considerato i risultati di tutti i soggetti su tutti i denti.

Pur non essendo Oral B Trizone coinvolto nel test, è interessante confrontare i risultati: mentre lo spazzolino manuale aveva ottenuto una riduzione della placca del 56%, gli spazzolini elettrici avevano ottenuto tra il 51 e il 61%.

L’importante è lavarsi i denti in modo corretto e per il tempo giusto (almeno 2 minuti, due volte al giorno). Anche lo studio che ci ha fornito lo stesso produttore di Oral B Trizone arriva alle stesse nostre conclusioni.

Si legge infatti che “un paziente istruito in condizioni controllate può raggiungere un livello trascurabile di placca con lo spazzolino manuale” e che “l’igiene dentale ottimale è certamente possibile con uno spazzolino manuale”.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: