Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Pillole dalla Pagina FB del Blog ovvero…

web00Il Blog è presente anche su Facebook con la Pagina Paoblog.net che evidenzia quotidianamente i post di maggior interesse ed integra l’attività del Gruppo Paoblog & i suoi Bloggers dove oltre ai post del Blog vengono pubblicate anche notizie lette al volo, soprattutto durante il fine settimana.

In questo post trovi un sunto delle notizie pubblicate su FB e che ritengo possano interessarti.

* * *

Portland, in Oregon (USA) è stata tra le prime città in tutto il mondo ad affrontare le complesse tematiche relative alla tutela ambientale adottando rigorosi provvedimenti legislativi ad hoc.

E’ considerata la città più vivibile d’America grazie ai suoi numerosi parchi dalla vegetazione rigogliosa e alla presenza massiccia di piste ciclabili. Da più di un secolo è famosa per le sue oasi verdi cittadine.  Qui, la maggior parte dei lavoratori raggiunge il posto di lavoro in bicicletta o utilizzando il trasporto pubblico.

Copenaghen, è una città dove regna l’uso della bicicletta. La capitale danese punta a raggiungere l’obiettivo “emissioni zero” entro il 2025. Ad ogni angolo è possibile trovare ristoranti bio, piste ciclabili e parchi, ma anche hotel costruiti con materiali ecosostenibili, ostelli con arredi di seconda mano e bar che producono birra a impatto zero.

Stoccolma è stata incoronata ‘Capitale Verde d’Europa’ nel 2010. Il suo governo è stato tra i precursori sia in materia di riciclaggio di rifiuti sia per l’uso ottimizzato di energia elettrica.  L’inquinamento da ossido di carbonio a Stoccolma è stato ridotto del 25%, rispetto alle percentuali registrate nel lontano 1990 e, secondo le stime del dicastero dell’Ambiente, la città dovrebbe diventare ‘free fuel’, cioè libera dall’uso dei carburanti di origine fossile, entro l’anno 2050.

Con oltre un migliaio di spazi pubblici verdi, Cutiriba (in Brasile) vanta ben 55 metri quadri di area verde per abitante. Il 70% dei rifiuti urbani è riciclato e il 75% della popolazione usa esclusivamente il trasporto pubblico.

Fonte: Lettera43.it

* * *

Il 26 aprile a Rai Ambiente si è parlato di diverse tematiche, tutte iinteressanti, come sempre; mi ha colpito in particolare una vicenda della quale non avevo sentito nulla.

L’hanno spiegata i rappresentanti del Comitato per la Salvaguardia della Zootecnia, che raccoglie allevatori di ovini dalle Marche dall’Umbria e dall’Abruzzo e si batte contro lo “spreco” del territorio e gli abusi di chi – per ottenere i finanziamenti europei – acquista grandi pascoli e li lascia, poi, abbandonati.

Pochi giorni fa l’ultima colata, l’ultimo respiro dell’altoforno del polo siderurgico di Piombino. Ma un accordo di programma per non far morire l’area industriale c’è, insieme all’impegno per la sua bonifica.  Obiettivo anche su un’altra storia “post industriale”: quella dello stabilimento chimico di Pieve Vergonte, sulle sponde piemontesi del lago Maggiore, che con le sue lavorazioni – Ddt in primis – ha segnato profondamente il territorio. Ora sta per prendere il via una bonifica che si preannuncia lunga e complessa.

Tra gli altri servizi, la scoperta di nuovi resti archeologici nell’area dell’antico porto romano di Ostia, un “giacimento” storico che attende di essere riportato alla luce; e un reportage dall’Emilia, sulla ricostruzione dopo il terremoto. Protagonisti della puntata, in studio, anche i fondatori di “Radio Bici”, che hanno inventato un nuovo modo, a due ruote, di vivere e raccontare il territorio.

* * *

Circa 20 mln per la parcella, 7 anni di lavori incompiuti, decine di varianti, per un costo finale vicino ai 279 mln: l’odissea della Nuvola di Fuksas.

Giusta la domanda posta alla fine dell’articolo: “quanti centri congressi ad alta efficienza e invidiabili anche all’esterno sarebbe stato possibile edificare ad oggi con la stessa cifra, ma scegliendo la bioarchitettura o le innovative soluzioni costruttive offerte dall’edilizia in legno?”

* * *

Il pullman è sicuramente il mezzo di trasporto più economico per i lunghi viaggi e viene solitamente preferito da gruppi e scolaresche. Ma quanto è sicuro? Guarda questa puntata di Mi Manda Rai 3.

* * *

Dolori articolari, difficoltà ad abbassarsi, movimenti più insicuri, memoria che fa cilecca… “Patti chiari” si mette nella pelle degli anziani. Nel vero senso della parola. Con un simulatore di età proveremo a fare la spesa nei grandi supermercati della Svizzera italiana.

Che difficoltà incontrano i nostri anziani? E cosa si potrebbe fare per facilitargli il compito?  Carrelli più leggeri, migliore illuminazione o ancora prezzi scritti più in grande, potrebbero essere queste le soluzioni?  Un supermercato in Germania ci ha provato ed ha creato un negozio dedicato ai seniors. Un modello da seguire?

E poi ancora, come interagiscono anziani e tecnologia e soprattutto riescono ad interagire? Con un test alla Patti chiari abbiamo cercato di capire se per un anziano è possibile stare al passo coi tempi. – Guarda la puntata

* * *

Coca Cola produce un succo di frutta “al mirtillo e melograno” e le immagini sulla confezione ti fanno pensare che sia così, se non fosse che la bevanda contiene solo lo 0,3% di succo di melograno e lo 0,2% di succo di mirtillo.  E la cosa è finita nelle aule del tribunale, su denuncia di un’azienda concorrente, certo, che però produce un succo al 100% di melograno e mirtillo. Approfondisci qui

P.S. Le percentuali in gioco sono diverse, ma la vicenda mi ricorda l’etichetta dello Skipper Pompelmo rosa e mirtillo, dove il 48% del succo era d’uva ed il mirtillo si riduceva al 5%. Ma l’mmagine proposta evidenziava il mirtillo non l’uva. 😉

* * *

Ho letto su Il Salvagente che l’Antitrust ha sanzionato per 50.000 € la P&G per pubblicità scorretta in merito allo spot nel quale si afferma che “Dixan, nella nuova formulazione, rimuove le macchie meglio del principale concorrente già alle basse temperature.”

(Il principale concorrente, anche se non viene citato, è Dash.)

Mi pareva fosse una notizia già letta tempo addietro, per cui ho fatto una ricerca sul Blog per scoprire che effettivamente nel 2013 la P&G era stata sanzionata, per la stessa ragione, di 100.000 €.

Visto che la prima sanzione non ha portato ad una modifica dello spot, vien da chiedersi dove sia la logica nel sanzionare di soli 50.000 € e non, magari, di 200.000 o più.

Posso anche fingere di credere, in questo caso, che errare è umano, ma perseverare conferma solo la malafede.

Si legge nel provvedimento, “tra i due detersivi vi è una sostanziale parità di efficacia in termini di risultati di lavaggio”. Insomma, hanno pari potere, anche nelle formulazione nuova., La sentenza, quindi, è obbligata. Il messaggio pubblicitario della Henkel si configura come una pubblicità comparativa non lecita e rappresenta quindi una pratica commerciale scorretta.

* * *

Vedo un amorevole nonno con i suoi due nipotini, piccoli bambini ai quali sorride con affetto. Che teneri…

Se non fosse che sono su una Smart (2 posti) e loro sono in 3, ma lui non li ha messi nel baule, come accade di solito in queste occasioni, ma ha preferito mettere il bimbo sui 3 anni in piedi davanti al sedile anteriore del passeggero.

Il più piccolo, 2 anni o meno, se lo tiene sulle ginocchia. In caso di incidente, anche non grave (in teoria) quello sui 3 anni sbatterà la faccia sulla plancia, per poi beccarsi il ko dell’airbag.

Sorte peggiore per il più piccolo, che sarà schiacciato tra il volante ed il corpo del nonno, proiettato in avanti alla stessa velocità con cui viaggiava l’auto, ma la fisica dice che dovete moltiplicarla al quadrato e per il peso del corpo del bimbo.

Voi non so, ma io non riesco ad abituarmi (e neanche voglio farlo) all’imbecillità di molti, troppi, genitori & nonni. Vedi anche questo post

* * *

Mi manda Rai Tre ricostruisce la vicenda di un cittadino che ha concordato con ANAS l’esproprio del proprio terreno ma che a distanza di 14 anni risulta ancora a lui intestato. – Guarda

Mi manda Rai Tre racconta la storia di Franco Carlo Mercuri, invalido, che dopo solo 1 mese dall’acquisto di un veicolo per disabili si è sentito negare la sostituzione del mezzo difettoso. – Guarda

Mi manda Rai Tre da voce ad alcuni cittadini che a causa di un supermercato vicino alle proprie abitazioni devono vivere con le finestre perennemente chiuse per via del cattivo odore e sporcizia. – Guarda

Mi manda Rai Tre ricostruisce la vicenda della signora Maria Rossi di Acquappesa, in provincia di Cosenza, che lamenta l’assenza di una strada per arrivare al suo residence Scoglio della Regina a seguito di un intervento di manutenzione del guard rail che avrebbe di fatto chiuso un varco presistente. > Guarda

* * *

Antonello Paparella nel video spiega agli spettatori tutti i segreti delle cipolle. Questi bulbi, oltre ad essere la base e l’ingrediente di numerosissime ricette, fanno anche bene, grazie all’alto contenuto di composti solforati, inulina, vitamine e sali minerali.

Inoltre approfondisce diversi temi tra cui: quali come scegliere e conservare le cipolle; è meglio consumarle crude o cotte? L’erba cipollina è una “parente” della cipolla? (Fonte: Il Fatto Alimentare)

* * *

Roberto Mancini, 54 anni, sostituto commissario della polizia di stato (in congedo), è morto la mattina del 30 aprile all’ospedale di Perugia. Ispezioni dopo ispezioni, verifiche dopo verifiche su luoghi contaminati, anche in Campania, fino a quando non si è ammalato. 

Era conosciuto perché aveva fatto dalla lotta all’ecomafie una delle sue principali ragioni di vita. Un male terribile, il linfoma, lo ha minato nel corpo per lunghi 11 anni.

Fonte: Lettera43.it – E per restare in tema

* * *

Ricercatori norvegesi hanno trovato alte dosi di erbicida Roundup a base di glifosato, prodotto da Monsanto, nel 70% dei campioni di soia geneticamente modificata analizzati.

La soia Roundup Ready (coltura Ogm a marchio registrato della Monsanto) è stata progettata proprio per resistere all’irrorazione di erbicidi a base di glifosato, ma col tempo le erbe infestanti sono diventate più resistenti agli erbicidi, rendendo necessario un loro utilizzo più massiccio, responsabile dell’accumulo nelle piante.

Fonte: Il Fatto Alimentare

* * *

19.572.040 € – Da quando ho scritto l’ultimo post (15 gennaio 2014) sul 112 ad oggi, questa è la cifra che abbiamo pagato di multa all’UE!

Niente di nuovo sotto il sole, ne ho scritto spesso scritto sul Blog; il post di gennaio 2014 cominciava così:

“La vicenda del 112 (Numero unico d’emergenza) è sempre stata di mio interesse, soprattutto pensado alle multe milionarie che abbiamo pagato delle quali però non parla quasi nessuno. Scrivevo nel 2010: Non per fare il pignolo, ma chi li paga questi 39.680 € al giorno di multa? Ai quali si aggiungeranno poi altri € 178.560…

Facciamo due conti: la prima condanna è stata del gennaio 2009. Siamo a maggio 2010, arrotondiamo di alcune settimane per comodità e fanno circa 450 giorni x € 39680 = € 17.856.000 … Dico mica stiamo giocando a monopoli con i soldi fasulli…….”

Vedi: https://paoblog.net/?s=112+numero+emergenza – Ed oggi leggo questo post su sicurAuto: http://www.sicurauto.it/news/niente-112-italia-multata.html

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: