Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Nuovi autovelox Roma = multe a raffica; arriveranno le telecamere, ma…

di Maurizio Caprino

Anche a Roma i primi giorni dei nuovi autovelox portano una valanga di multe: in un pomeriggio sulla via Trionfale, quasi un veicolo su due (tra quelli di cui gli apparecchi sono riusciti a rilevare la velocità, quindi c’è più di qualcuno che è sfuggito) era sopra il limite.

Capita sempre così, nonostante i controlli debbano essere sempre presegnalati e visibili. Quindi la vera notizia non sta tanto in questo, quanto nell’annuncio che l’operazione autovelox sarà affiancata da controlli fatti con telecamera su altre infrazioni.

Sembra una svolta epocale, in una città in cui finora farsi multare per una ragione diversa dal divieto di sosta va considerato un colpo di pura sfortuna: lo dimostra il test svolto pochi mesi fa da un giornalista del Messaggero, che in un paio d’ore in giro per la città si è messo a inanellare infrazioni su infrazioni, anche davanti a pattuglie di vigili, ma non è mai stato fermato.

Ma la verità è che nemmeno queste telecamere riusciranno a far molto. Innanzitutto perché non è vero che possano filmare tutte le infrazioni garantendo che arrivi la multa: la maggior parte delle violazioni al Codice della strada va contestata immediatamente al trasgressore, in quanto di fatto i controlli automatici sono consentiti solo su velocità, semafori e accessi nelle Ztl.

Per le altre infrazioni, chi non ferma subito il trasgressore deve fornire un valido motivo per spiegare il mancato alt e l’esistenza del filmato può testimoniare che spesso questo valido motivo non c’è.

Questo è uno dei motivi per i quali i vigili multano così poco anche chi gli passa davanti in palese violazione del Codice (poi ci sono il fatto di essere occupati in altri servizi, la voglia di lavorare che non sempre abbonda, eccetera).

Dunque, se si vuole usare la telecamera, nella maggior parte dei casi occorre… continua la lettura QUI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 30 Maggio 2014 da in Il mondo dell'automobile (e non solo), Leggo & Pubblico con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: