Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Guard-rail a rischio – I pm di Firenze arrivano al ministero. Troveranno che …

di Maurizio Caprino

Finalmente qualcuno si chiede che ruolo ha il ministero delle Infrastrutture nella vigilanza sui gestori autostradali e su quanto siano giustificati i rincari dei pedaggi, che lo stesso ministero concede annualmente.

Lo ha fatto il pm di Firenze Luigi Bocciolini, nell’ambito dell’inchiesta che la settimana scorsa lo ha portato a sequestrare le barriere di alcuni viadotti del tratto appenninico toscano dell’Autosole: ha mandato la Polizia stradale ad acquisire carte al ministero sui controlli affidati al “superispettorato” Ivca creato da Antonio Di Pietro nel 2006 presso l’Anas e portato da Mario Monti e Corrado Passera nel 2012 all’interno del ministero col nome di Svca.

Su cos’abbiano trovato i poliziotti, ovviamente, c’è il segreto istruttorio. Però su questo blog abbiamo spiegato mesi fa come funziona: ispettori costretti a dare solo occhiate sommarie alle barriere passandovi accanto con l’auto a 80 all’ora perché nessuno li scorta deviando il traffico, trasferte limitate per carenze di organico, vertici silenti e distratti, lo stesso ministro che fa muro di gomma.

Non è assolutamente detto che tutte queste cose abbiano rilevanza penale, per cui il lavoro di poliziotti e magistrati potrebbe finire in nulla. Anche perché formalmente i controlli risultano effettuati.

Dimostrare che vengono fatti male interessa a noi utenti e cittadini per giudicare come vengono spesi i soldi dei pedaggi e come si comporta lo Stato nei confronti dei gestori, ma di qui a configurare reati ce ne passa.

E infatti Autostrade per l’Italia ha smentito che le barriere del tratto appenninico siano oggi nelle stesse condizioni che la Polizia stradale ha mostrato nel comunicato emesso il giorno del loro sequestro.

Staremo a vedere. intanto, ecco la notizia completa data dall’Ansa oggi pomeriggio.

clicca QUI per leggere il comunicato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: