Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

I vigili di quartiere presidieranno 121 incroci milanesi…

poliziottoLeggo cheda lunedì i vigili di quartiere presidieranno 121 incroci in tutta la città e in due fasce orarie scelte fra quelle di traffico più intenso, dalle 7.45 alle 8.45 e dalle 18.15 alle 19.15.

Coinvolti 374 vigili di quartiere che con i nove Consigli di zona hanno scelto, quartiere per quartiere, gli incroci da presidiare perché più critici dal punto di vista della pericolosità e del traffico, o particolarmente soggetti alla sosta selvaggia.”

Ritengo che il presidio pomeridiano dovrebbe iniziare verso le 16.30-17.00, anche considerando che quando le scuole saranno aperte, in quella fascia oraria capita spesso di transitare in fila indiana perchè i vari genitori parcheggiano in seconda o terza fila.

D’altro canto meglio bloccare il traffico che percorrere qualche decina di metri a piedi.

Ironico poi che ci si scagli contro la pessima qualità dell’aria che fa ammalare i bambini e poi in tanti abbiano comportamenti discutibili che sono causa di ingorghi e conseguenti emissioni evitabili.

Se penso che quando ero un bambino si andava a scuola a piedi … 😉 anche se a ben vedere oggigiorno si è diffusa la moda (condivisa fra genitori e figli) di camminare in mezzo alla strada, incuranti del traffico, che quel che conta è la loro comodità (ma cosa c’è di meglio del marciapiede?) …

Prima di continuare la lettura, una precisazione: se sei un vigile coscienzoso, che fa il suo dovere con professionalità, QUI non si parla di te.

Piuttosto vien da chiedersi se i vigili facciano solo presenza oppure si decidano a fischiare ogni tanto.

Perchè il lassismo da parte di chi per l’appunto deve vigilare, di fatto aumenta il senso di impunibilità degli incivili seriali…

Da parte mia porto sempre ad esempio (positivo) quel vigile che anni fa ha richiamato la mia attenzione sul fatto che avessi i fendinebbia accesi (dimenticati), li ho spenti, mi sono scusato ed è finita lì.

Questo perchè ci sono altre possibilità, tra il voltarsi dall’altra parte ed il fare la multa, come ha confermato un esperimento condotto anni fa in Inghilterra , se ben ricordo, dove avevano deciso di non elevare multe per 6 mesi per alcune violazioni, fermo restando la segnalazione della violazione da parte delle autorità (e relativa predica, ritengo) al fine di educare e prevenire e non solo reprimere (e fare cassa).

Ed il bello è che il sistema ha funzionato. Là! Qua, ho i miei dubbi….

* * *

Il post è stato scritto nel pomeriggio del 9 settembre e pubblicato oggi (10 settembre); neanche a farlo apposta ieri alle 17.30 sono transitato per un incrocio in Corso Sempione e l’ho trovato “presidiato” da un vigile posto al centro della carreggiata. In realtà c’erano due moto dei vigili, ma ritengo che l’altro fosse in pausa.

Nonostante il vigile, le problematiche abituali c’erano tutte. I taxi che trovano traiettorie improbabili, per svoltare in maniera che definire vietata è riduttivo, auto in sosta ovunque, nonostante il divieto con rimozione forzata (uno spauracchio che non spaventa più), sino a quelle parcheggiate proprio sui vari incroci, sugli angoli, e che ostacolano oltre misura la viabilità.

Sarà un caso, ma ieri ad ogni incrocio c’era più caos del solito. Vedremo questa sera e, se possibile agire in sicurezza, farò qualche foto integrativa.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: