Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Mobilità elettrica: le e-car al centro della nuova legge tedesca

ev2In questi giorni ho dovuto desistere dal proposito di valutare l’acquisto tramite il GAI di un’auto ibrida che sostituisse la Toyoya diesel Euro 3, ottima auto, ma purtroppo datata e che comincia a soffrire di qualche guasto, non sempre risolvibile, e soprattutto di alcune limitazioni d’uso.

Purtroppo l’ultimo stipendio che ho preso è quello di maggio e va da sè che è necessario essere realisti; non è il momento di cambiare auto, nonostante il vantaggio economico fornito da un Gruppo d’acquisto (circa il 17% in meno) e dalle agevolazioni lombarde se acquisti un’ibrida o elettrica ovvero 3 anni senza pagare il bollo.

Tre anni senza bollo  sono sempre 550 € in meno e mi sembrava un incentivo piccolo, ma significativo da parte della Regione Lombardia, finchè non ho letto questo articolo su Rinnovabili.it dove scopro che il Governo tedesco offre 10 anni di bollo gratis a chi acquista un’auto elettrica.

Le auto elettriche sono ancora molto care ed in Italia dobbiamo pure convivere con l’inciviltà che boicotta, di fatto, il loro utilizzo, tuttavia vien da chiedersi se 10 anni di bollo gratis per l’acquisto di un’ibrida, che in ogni caso oggigiorno per molti modelli ha un costo accessibile, non aiuterebbero a rinnovare il parco circolante, con benefici sia dal punto di vista ambientale, sia economico.

Test & Opinioni di Francesco: Ho provato la Smart elettricaHo provato la Renault Fluence  leggi anche Renault Zoe, le prime impressioni

* * *

E’ dal Governo tedesco che arriva una nuova proposta di legge per garantire alla mobilità elettrica il supporto di cui necessita per svilupparsi.

Ciò che viene suggerito mediante l’approvazione del pacchetto di legge è un sostegno a lungo termine per chi ha deciso di passare dalle auto tradizionali a quelle elettriche, incentivando l’acquisto e il mantenimento del mezzo.

Tra i vantaggi anche la possibilità di usufruire di parcheggi gratuiti riservati esclusivamente ai conducenti di tali mezzi  e aree dotate di colonnine di ricarica.

Le tante promesse fatte da governo attraverso l’adozione di questo pacchetto potrebbero diventare realtà in fretta, offrendo a chi acquista entro il 2015 un mezzo elettrico la possibilità di non pagare il bollo auto per un periodo di dieci anni.

Ma ad essere sostenuti non saranno solo i consumatori. Gli aiuti di Berlino verranno anche affidati al comparto ricerca, utili per modernizzare ulteriormente le tecnologie e studiare programmi che aiutino la diffusione della mobilità elettrica, affermando lo stanziamento di 180 milioni di euro in fondi di ricerca entro il 2015.

Ciò che serve agli europei per fidarsi delle automobili elettriche è la massiccia presenza di infrastrutture di ricarica che permettano di mantenere attive le batterie in ogni circostanza.

Accanto ad una fitta rete di colonnine i consumatori hanno infatti bisogno che le tecnologie a disposizione diano sicurezza e supportino gli spostamenti garantendo consumi energetici contenuti, zero emissioni e un impatto acustico minimo che permetta di sentirsi davvero parte di una cambiamento epocale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: