Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Ecobonus e ristrutturazioni: tutte le agevolazioni fiscali 2015

lenteun articolo che leggo su E-R Consumatori

Per conoscere nel dettaglio tutte le scadenze e le modalità di accesso ai bonus, Enea ha realizzato, in collaborazione con il ministero per lo Sviluppo Economico, una guida online all’efficienza energetica. Ecco le principali novità.

Bonus energetico rinnovato fino al 31 dicembre. Sono sempre detraibili al 65% – in sede di dichiarazione dei redditi – fino a fine 2015, tutte le spese sostenute per gli interventi di riqualificazione energetica di casa (sostituzione d’infissi o installazione di caminetti e pannelli fotovoltaici) ma anche delle parti comuni nei condomini.

Immutati – rispetto allo scorso anno – i tetti massimi di spesa che si possono detrarre: 153.846 euro per la riqualificazione energetica; 92.307,69 euro per gli interventi sull’involucro e per l’installazione dei pannelli solari e 46.153,85 euro per la sostituzione d’impianti di climatizzazione invernale.

Ecobonus anche per tende e impianti a biomasse. Ora tra i lavori di casa mirati al risparmio energetico rientrano anche le tende e le caldaie a biomassa. La legge ha stabilito infatti che si possono detrarre nella misura del 65% le spese sostenute fino al 31 dicembre 2015 (fino a un massimo di 60.000 euro) per schermature solari, ovvero tutti i mezzi di riparazione dal sole: tende esterne, chiusure oscuranti, pannelli di protezione solare abbinati alle vetrate, e così via.

Inoltre – chiarisce Enea – l’ecobonus del 65% quest’anno varrà anche per gli impianti di climatizzazione invernale, purché siano dotati di generatori di calore alimentati a biomasse acquistati nel corso dell’anno (fino a una detrazione massima di 30.000 euro). Resta al 65% anche la detrazione prevista per le spese destinate agli interventi antisismici e di messa in sicurezza statica.

Prorogato anche il bonus ristrutturazioni. La legge di stabilità ha inoltre rinnovato le detrazioni del 50% per lavori di manutenzione straordinaria o di restauro. Le opere finanziabili sono moltissime e comprendono anche la rimozione di barriere architettoniche e la bonifica dell’amianto).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: