Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

L’Italia vieta gli OGM per un anno e mezzo

ogmin sintesi un articolo che leggo su Rinnovabili.it

L’Italia dice no agli OGM per un altro anno e mezzo. Lo hanno stabilito, con un decreto, il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, insieme a quello della Salute e delle Politiche agricole, Beatrice Lorenzin e Maurizio Martina.

Il documento interministeriale sancisce la proroga di altri 18 mesi del divieto di coltivazione del mais MON810, geneticamente modificato da Monsanto.

Si tratta di un atto politico che ribadisce la contrarietà del nostro Paese all’agricoltura OGM, fino ad oggi pubblicamente affermata da più governi.

Il decreto arriva, inoltre, in anticipo rispetto ai tempi che normalmente l’Italia impiega nel recepimento di qualsiasi normativa europea.

Il Parlamento di Strasburgo, infatti, si è espresso in materia il 13 gennaio, lasciando libertà di scelta agli Stati membri. L’entrata in vigore della nuova direttiva è prevista per marzo-aprile 2015, ecco perché l’Italia è nettamente in anticipo sulla tabella di marcia.

Il presidente di Aiab – l’Associazione italiana per l’agricoltura biologica – Vincenzo Vizioli, commenta:

«L’Italia si conferma leader nella battaglia contro gli OGM, in linea con le sue caratteristiche di paese produttore di un’alimentazione diversificata e di alta qualità.

Complimenti al governo che, subito dopo l’approvazione della direttiva Europea che sancisce la libertà degli Stati membri di vietare o meno la coltivazione di OGM, tiene fede a un impegno preso, di salvaguardia della nostra biodiversità e del nostro Made in Italy».

Articoli correlati:

Ogm: contaminate in Friuli fino al 10% le colture di mais convenzionali

Dopo 10 anni molti insetti diventano resistenti e il vantaggio di usare semi Ogm si riduce

I mangimi Ogm causano danni agli animali

Leggo un articolo sui semi ibridi (che non sono Ogm) e scopro che…

Riso: in India raccolti strepitosi senza ricorrere a sementi Ogm

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: