Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Carte di credito, pagamenti più trasparenti e con minori costi

carta-creditoun articolo che leggo su E-R Consumatori

Il Parlamento Europeo ha stabilito che le commissioni che le banche addebitano ai rivenditori quando accettano pagamenti con carta di debito e di credito nazionali saranno sottoposte a massimali, grazie a nuove regole valide in tutta l’UE.

Perché entrino in vigore, le norme ora dovranno essere approvate dal Consiglio europeo.

Oggi i rivenditori sono spesso costretti ad accettare tutte le carte alle condizioni stabilite dalle istituzioni emittenti.

Secondo le nuove regole, i rivenditori al dettaglio che sceglieranno un circuito di carte di pagamento, potranno accettare solo quelle carte che, all’interno di quel circuito, rispettano i massimali.

In tal caso, la conseguenza potrebbe essere un numero minore di carte accettate dai negozi, ma i limiti alle commissioni potrebbero tradursi in costi minori anche per gli utilizzatori delle carte.

I nuovi tetti stabiliti prevedono che per le carte di debito la percentuale di commissione massima sarà dello 0,2 per centoper le transazioni nazionali entra in vigore tra 5 anni – mentre per le carte di credito dello 0,3 per cento. I nuovi massimali non hanno nessun impatto sul prelievo di contanti.

Per le operazioni transfrontaliere di carte di debito, il massimale è  fissato a 0,2 per cento del valore della transazione.

La stessa percentuale entrerà in vigore per le transazioni nazionali dopo un periodo di transizione di cinque anni durante il quale gli Stati membri possono fissare massimali allo 0,2 per cento del “valore complessivo annuo delle operazioni nazionali tramite carta di debito all’interno di ciascun circuito di carte di pagamento”.

Le nuove regole non si applicano ai cosiddetti circuiti “a tre parti” (che coinvolgono una sola banca) quali Diners e American Express, a condizione che la carta sia stata emessa ed è utilizzata nello stesso circuito.

Le nuove norme non si applicheranno neanche alle carte aziendali utilizzate solo per pagare spese professionali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: