Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

A Milano arriva la condivisione dello scooter e non solo…

edicolaLeggevo alcuni giorni fa che a Milano sta per arrivare il servizio di condivisione (tu chiamalo sharing, se ti va) dello scooter (leggi la notizia) e mi chiedo, (senza polemica, me lo chiedo veramente) come sarà possibile gestire la sicurezza degli utenti del servizio e, in seconda battuta, degli altri che li incroceranno.

Ogni testa ha la sua misura, come si farà per il casco? L’utente dovrà portarsi dietro il suo?

E poi mi capita spesso di vedere come guidano molti utenti delle auto condivise.

Cellulare in mano, niente cinture, guidano male e parcheggiano peggio, sino ad arrivare a comportamenti che sono ben più che censurabili, tipo la coppia che ha messo due bambine nel bagagliaio della Smart Car2go.

Senza dimenticare i comportamenti di molti automobilisti che saltano sugli scooter e guidano nello stesso modo che criticavano fino a quando erano su un’auto…

Condivido la condivisione (scusate il gioco di parole) di auto, moto e bici, ma è necessario che i conducenti si comportino nel rispetto del Codice della Strada; senza dimenticare poi che un uso saltuario del mezzo, non consente la completa padronanza dello stesso.

Per integrare quanto sopra, giusto ieri ho letto sul sito del Comune che:

Arriveranno il 15 giugno a Milano le prime 100 Equomobili Share ’Ngo, il primo servizio in Europa di car sharing elettrico a flusso libero e a prezzo personalizzato: le tariffe saranno personalizzate in base al bisogno individuale di mobilità attraverso un percorso che precede la registrazione al servizio e che genera uno sconto e un sistema tariffario personale.

Share'ngo 7595 copia.jpg

“Per la prima volta i mezzi elettrici offrono un car sharing ‘one way’ puro, non prevedendo più l’obbligo di essere riportati alle colonnine di ricarica e personalizzando il prezzo del servizio. La sostenibilità ambientale e quella economica sono il fondamento dei mezzi di trasporto in sharing.

Questo nuovo sistema coniuga alla perfezione queste due esigenze, offrendo da un lato un  servizio totalmente a impatto zero, dall’altro un mezzo di trasporto a misura di portafoglio, grazie alla tariffa personalizzata.

Per fare qualche esempio, le mamme, i pendolari, gli studenti fuori sede e coloro che vivono lontano dalle fermate della metropolitana e del passante saranno tra i cittadini più premiati, con sconti e servizi dedicati appositamente alle loro necessità. E inoltre, le donne potranno usare gratuitamente un’Equomobile dall’una di notte alle sei del mattino.

Altra particolarità sono i ‘premi di merito’ previsti, per esempio, per chi fa un lavoro di pubblica utilità, per chi vende la propria auto privata, per chi lavora in co-working, per chi porterà a lavare l’auto (mezza giornata gratis nel week end).

(ti premiano perchè lavi l’auto?)

Le Equomobili ZD di Share ’Ngo sono a due posti, possono raggiungere una velocità di 80 chilometri all’ora, hanno un bagagliaio di 300 litri, servofreno, servosterzo, sensore posteriore di parcheggio, condizionatore, sedili regolabili e un sistema di navigazione.

E’ già possibile registrarsi al servizio attraverso il sito www.equomobili.it, al costo di 10 euro di iscrizione, che comprendono 500 minuti  di utilizzo (entro il 14 giugno, da utilizzare per un massimo di 3 ore al giorno entro il 31 dicembre 2015).

A proposito di condivisione auto leggo che:

Il car sharing sbarca anche nell’hinterland. Le prime auto a spingersi fuori città sono le Volkswagen Up! azzurre di Twist che da ieri circolano a Basiglio, Bresso, Cormano, Cornaredo e Cusago. Nel giro di breve si uniranno Sesto, Buccinasco, Corsico e San Donato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: