Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Privacy & professionalità: vai a ritirare un esame e nella busta ne trovi un altro…

pensieri paroleOggi ho accompagnato mio padre, al momento senza patente (in attesa di rinnovo) e quindi appiedato, a ritirare un esame in una clinica di Milano ed una volta arrivato a casa ed aperta la busta oltre al suo esame ha trovato anche quello di un’altra persona.

Pur tralasciando lo scivolone legato alla privacy del paziente (che ci impone di stare dietro alla riga gialla in farmacia per poi sentire il farmacista che dall’altra parte del negozio ti chiede a voce alta che cosa vuoi) resta il fatto che se oggi la persona va appositamente a ritirare l’esame, non lo troverà e loro per primi non capiranno dove possa essere.

Vien da pensare che quando gli telefoni per segnalare la cosa, dovrebbero ringraziarti e mandare subito un incaricato a prenderlo invece ti chiedono di portarglielo là, cosa questa che non è fattibile.

Se smetto di lavorare e lo accompagno io, sono 45 minuti tra andata e ritorno, sennò dovrebbe prendere un taxi che per andata e ritorno gli costerebbe una quarantina di €, sempre che non si ritrovi alle prese con il tassista (milanese) che “allunga” il percorso/2

Chiarito il fatto che noi non possiamo portarlo, la logica mi porterebbe a pensare che prendono nota e faranno quello che c’è da fare, il prima possibile…

ed invece…

…gli dicono di ritelefonare il giorno dopo, chiedendo della responsabile del reparto, e segnalare la cosa.

Ma perbacco, la segnalazione te l’abbiamo già fatta, no? Non puoi mettere un appunto e contattare tu il reparto o chiunque altro?

nota_bene

D’altro canto l’abitudine di delegare a terzi invece che fare l’ho toccata con mano anche l’altro giorno > Scrivi al Comune su FB, segnali un semaforo rotto e ti dicono di chiamare i vigili…

Nota integrativa dell’11 settembre 2015: mio padre ha ritelefonato e la prima cosa che gli hanno detto è stata: “ah, ecco perchè non lo trovavamo … poi l’abbiamo ristampato” … dopo di che gli hanno detto di stracciarlo e via andare…

2 commenti su “Privacy & professionalità: vai a ritirare un esame e nella busta ne trovi un altro…

  1. Poppea
    11 settembre 2015

    Lo stavo raccontando alla collega; inaudito.

  2. Fabio
    11 settembre 2015

    Malgrado numerose esperienze all’ estero per lavoro e turismo, mi sono sempre sforzato di resistere alla tentazione dell’ esterofilia. Non di meno, devo ancora trovare un Paese in cui la separazione fra l’ autorità (“venga”, “vada”, “faccia”, “scriva” ecc.) e la responsabilità sia applicata da chi può e tollerata da chi la subisce come tristemente accade dalle nostre parti.

Rispondi a Poppea Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: