Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Richiamo “fai da te” per le Jeep: il software antihacker arriva per posta

in sintesi un articolo che leggo su SicurAuto.it

Le auto cambiano profondamente e anche i richiami rispecchiano questa evoluzione: oggi alla lista si aggiunge il firmware di sistema, come quello aggiornato che FCA sta inviando ai proprietari delle auto a rischio hackeraggio.

La spedizione per posta pone però ulteriori interrogativi sulla sicurezza.

La busta potrebbe essere intercettata da un malintenzionato, che potrebbe rimpiazzare la patch con un software malevolo.

In genere i plichi contenenti le carte di credito sono anonimi, ma questa è riconoscibile e potrebbe quindi essere falsificata e “farcita” con un pen drive truffaldino.

FCA ha dovuto richiamare circa 1,4 milioni di veicoli venduti negli United States Stati Uniti perché due ricercatori-hacker, avevano preso possesso di una Cherokee a distanza, grazie ad una falla nel link con un operatore di telefonia cellulare.

Ma per fortuna gli acquirenti di veicoli FCA italiani – e gli europei in generale – possono stare tranquilli perché soltanto i veicoli venduti negli USA hanno il modem cellulare attraverso il quale gli hacker sono riusciti a controllare la Cherokee .

lettura integrale dell’articolo QUI: Richiamo fai da te per le Jeep: il software antihacker arriva per posta

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 settembre 2015 da in Il mondo dell'automobile (e non solo), Leggo & Pubblico, Richiami auto & moto con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: