Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Dichiarazioni dei redditi anomale, 220mila avvisi bonari “salva controlli”

Tasse“Si tratta di anomalie che sono emerse grazie al 730 precompilato, a cui il cittadino può porre rimedio da solo tramite l’istituto del ravvedimento operoso, senza imbattersi nei controlli”.

Così l’Agenzia delle Entrate spiega i 220mila inviti bonari “salva controlli” che i contribuenti stanno ricevendo, riferiti alla dichiarazione dei redditi per il periodo d’imposta 2014.

Chi riceve la lettera può presentare il modello Unico Persone Fisiche entro il 29 dicembre 2015.

Grazie al 730 precompilato e ai dati trasmessi dai datori di lavoro e dagli enti previdenziali, dunque, l’Agenzia delle Entrate è riuscita ad avvisare circa 220mila contribuenti di possibili anomalie che riguardano la dichiarazione dei redditi, invitandoli a verificare la propria posizione ed eventualmente a porvi rimedio senza incorrere in controlli.

I destinatari di questa tornata di lettere bonarie sono i contribuenti che non hanno presentato la dichiarazione pur avendo percepito più redditi da lavoro dipendente o da pensione da diversi sostituti (datori di lavoro o enti previdenziali) i quali non hanno effettuato il conguaglio delle imposte.

L’Agenzia delle Entrate ricorda che è possibile rivolgersi agli uffici territoriali dell’Agenzia o chiamare il Call center al numero 848 800 444 dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17, e il sabato, dalle 9 alle 13, al costo della tariffa urbana a tempo.

Fonte: Dichiarazioni dei redditi anomale, 220mila avvisi bonari “salva controlli” — Consumatori — E-R Il portale della Regione Emilia-Romagna

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: