Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Finlandia, la ‘Grecia scandinava’ che minaccia l’euro

edicolaLa “Tigre nordica” di un tempo si è trasformata nella ”Grecia scandinava”. E come tale potrebbe far implodere l’euro.

Nel 2005 Helsinki, prima città a essere interamente cablata, era un modello per tutto il mondo. E la Finlandia galleggiava su un mare di danaro garantita dalla Nokia e dalla produzione della carta.

Poi è arrivato il mercato o, come ha detto l’ex premier, la Apple che «con l’iPhone ha ucciso Nokia e iPad ha ucciso l’industria della carta».

Adesso il Paese è in profonda recessione, anche perché sono stati congelati i business verso la Russia.

E proprio come avviene ad Atene, l’opinione pubblica è stata inghiottita in uno sterile dibattito tra i sogni di uscita dalla moneta unica e il tentativo di introdurre misure di rigore, che poco si confanno a una nazione storicamente socialista.

Il parlamento ha annunciato che all’inizio del 2016 è pronto a discutere ufficialmente se, e come, uscire dall’euro.

continua la lettura qui: Finlandia, la ‘Grecia scandinava’ che minaccia l’euro

un post integrativo: Perchè paesi diversi con inflazione diversa non possono usare la stessa moneta

6 commenti su “Finlandia, la ‘Grecia scandinava’ che minaccia l’euro

  1. IlPrincipeBrutto
    19 novembre 2015

    Sterile dibattito?
    Spiegare una volta per tutte che usare la stessa moneta tra nazioni con inflazioni diverse e’ un suicidio ed un non-senso economico non mi pare sterile, mi pare doveroso.
    .
    Non penso pero’ che bastera’. Le posizioni di molta gente sull’Euro sono dogmatiche e simili a professioni di fede. Nemmeno la situazione della Finlandia, una volta considerata come allievo modello, riuscirebbero a scuotere certa gente dalle proprie (errate) convinzioni.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

  2. £@
    19 novembre 2015

    Ma scusa IlPrincipeBrutto e come fanno gli U.S.A.??

    Hanno tutti lo stesso dollaro ma data la estrema diversità di molti dei suoi Stati immagino che ancche a loro l’inflazione sia come in Europa, ovvero seppur leggermente ma comunque diffferente. Infatti penso che nello stato di NewYork o di New Jersey ci sia’ più inflazione che nell’ Arizona o in New Mexico.

    Dunque non ci credo all’ inflazione, che secondo me non c’entra nulla con la moneta unica. Al massimo puoi parlarmi della “sovranità della moneta” dove ogni Stato (in primis l’Italia) per migliorare la entrate gestiva indirettamente l’inflazione stampando e riducendo il “valore” della Lira… infatti com’è che 1 lira del 1950 corrisponderebbe a 333 lire del 2008, che poi sono diventate circa € 1,90 di oggi. Se fosse SOLO inflazione 1 lira del 1950 rivalutata al tasso d’inflazione ufficiale (aggiungendo un po’ perchè l’ISTAT è ottimista) non arriva manco a 1euro.

  3. paoblog
    19 novembre 2015

    mi stuzzicano il Principe Brutto qui… 🙂

  4. IlPrincipeBrutto
    19 novembre 2015

    > Dunque non ci credo all’ inflazione, che secondo me non c’entra nulla con la moneta unica.
    .
    E’ vero, Copernico ha fatto un bel lavoro, ma io ho il mio telescopio.
    .
    A buon intenditor, poche parole.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

  5. IlPrincipeBrutto
    19 novembre 2015

    >> Dunque non ci credo all’ inflazione, che secondo me non c’entra nulla con la moneta unica.
    .
    Anyway, preparo un piccolo post per spiegare perche’ l’inflazione c’entra eccome, e rispondere alla domanda ‘e gli USA come fanno’. Lo mandero’ al padrone di casa, che poi vedra’ se sara’ il caso di pubblicarlo.
    .
    Se ce la faccio, preparo tutto entro oggi.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

    • paoblog
      19 novembre 2015

      il Padrone di casa pubblica sicuramente 🙂

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 novembre 2015 da in Economia, Soldi, Banche, Assicurazioni , ecc., Leggo & Pubblico con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: