Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca: quelle azioni di cui non ti liberi

pollice giùContinua l’odissea per chi ha acquistato azioni Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza e vuole liberarsene.

Dopo che i vertici di Popolare di Vicenza sono stati indagati per aggiotaggio, infatti, adesso è Veneto Banca a rendere difficile la vita agli azionisti.

Se anche tu sei caduto in questa trappola mandaci la tua segnalazione.

Dopo aver acquistato le azioni, i clienti non hanno la possibilità di liquidarle: trattandosi di azioni di una banca non quotata, l’unico modo di liberarsene, infatti, è quello di rivenderle alla banca stessa, che però non è tenuta a riacquistarle (è poco vantaggioso soprattutto dopo la svalutazione).

Ora Veneto Banca, non solo taglia il prezzo dell’81%, ma impedisce ufficialmente agli azionisti di avvalersi del diritto di recesso. E lo fa, paradossalmente, proprio per le difficoltà in cui versa, grazie a un recente decreto del Governo.

Purtroppo c’è il rischio che questo sia solo l’inizio. Entrambi i gruppi hanno in programma di quotarsi in Borsa nei prossimi mesi: grazie a questo riuscirai a rivendere le azioni, ma a che prezzo?

I conti in rosso e l’aumento di capitale (imposto dalla Banca centrale europea entro il primo semestre 2016) sono due premesse poco incoraggianti: le banche offriranno le nuove azioni a prezzi stracciati, penalizzando così i vecchi azionisti.

lettura integrale dell’articolo qui: Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca: quelle azioni di cui non ti liberi – Altroconsumo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: