Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Tariffe telefoniche “young”, come orientarsi?

lenteGiovani e giovanissimi sono il nuovo target degli operatori di telefonia. Nelle ultime settimane, infatti, le tariffe dedicate ai ragazzi sono sempre più pubblicizzate.

Ma sono sempre così convenienti? E sono davvero l’ideale per loro?

Le abbiamo messe a confronto. Le offerte dedicate ai bambini sono due: una di Tim (Young Junior) e una di Vodafone (Junior).

L’attivazione alla tariffa di Tim ha un costo di tre euro, sia per chi è già cliente che per i nuovi numeri mentre Vodafone ha un costo di 19 euro per chi non è cliente e di 15 per chi ha già un’utenza attiva.

Entrambi prevedono una soglia di minuti e di navigazione inclusa nel costo mensile. Un aspetto interessante è che i pacchetti includono anche il blocco della navigazione per tutelare i più piccoli.

Tra le opzioni dedicate agli under 30, risultano particolarmente appetibili quelle che offrono servizi per ascoltare la musica o per scaricare contenuti.

Diversi prodotti offrono prezzi speciali per la navigazione da smartphone, a condizione che tutte le operazioni, sia di ricarica che di assistenza clienti avvengano online e non tramite operatore telefonico.

Le varie offerte hanno piccole differenze in fatto di soglie previste e di canone mensile, oltre che nei servizi extra.

Nella tabella di seguito abbiamo confrontato le principali – continua la lettura qui: Tariffe telefoniche “young”, come orientarsi? – Altroconsumo

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: