Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Sarà necessario vietare l’apertura di banche a meno di 300 mt. dalle scuole…

l’articolo è ironico e fa ridere amaro, dopo di che ci sarebbe da dire altro…

Questa settimana sono andato in banca un paio di volte ed in entrambi i casi il direttore era impegnato a spiegare a degli anziani come funzionano le obbligazioni e da quel che ho sentito anche di quegli investimenti che non sono il male assoluto, ma uno deve sapere che fa un’operazione al alto rischio…

soldirubatigrande

Urge una legge che vieti la presenza di sportelli bancari a meno di 300 metri dalle scuole, come si chiede da tempo per le sale gioco e i punti-scommessa.

Ancora più impellente è chiudere le banche nei pressi di bocciofile, centri-anziani e altri luoghi di ritrovo per la terza età.

Perché ormai la bancopatia è un’emergenza sociale, più diffusa e più insidiosa della ludopatia: infilare soldi in una macchinetta con figure di tettone in bikini e gestita da tizi dall’aria patibolare si sa che è una cosa brutta e pericolosa, mentre infilarli in un’obbligazione proposta da un tizio dall’aria comme il faut in giacca e cravatta pare ancora una scelta previdente e sensata.

E infatti le maggiori vittime della bancopatia sono le persone mature o anziane, come i tanti pensionati clienti di Banca Etruria e delle varie CariVattelappesca, completamente ripuliti dal decreto Salva banche.

continua la lettura: Lavorare in banca? Meglio fare i foreign fighter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: