Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Conto corrente: il costo medio è aumentato

Giusto qualche giorno fa è arrivata la conferma della chiusura del c/c che la Signora K aveva da decine di anni alla MPS e come spiegato nell’articolo di Altroconsumo la sua fedeltà alla banca è stata premiata con una serie di situazioni poco corrette e con il graduale aumento dei costi.

Circa i tempi di chiusura non dico nulla, in quanto la banca dove abbiamo il nostro c/c e che ha gestito la pratica per nostro conto ci aveva avvisato che i tempi avrebbero potuto essere superiori ai 12 giorni previsti per legge in quanto essendoci la carta di credito la banca avrebbe atteso il mese successivo per chiudere il tutto.

Circa la pigrizia del consumatore nel cambiare banca poco da dire, ma ho notato anche una certa riluttanza nel protestare, basandosi sull’idea che tanto non cambia niente.

E’ sicuramente vero che per noi consumatori la strada è in salita, tuttavia è Sempre meglio protestare con la banca… (se si ha ragione)

Un libro: La rivolta del correntista. Come difendersi dalle banche e non farsi fregare

index8

Conti correnti più cari per gli italiani nel 2014, soprattutto per quelli più vecchi che costano fino al 20% in più rispetto alla media. È quanto emerso dall’analisi della Banca d’Italia, svolta sia sulle banche sia sulle Poste Italiane.

La prima notizia è che il costo medio di un conto corrente in Italia è di 82,2 euro, in crescita dello 0,4% rispetto al 2013. Inoltre, ancora una volta, risulta che la fedeltà non paga: i conti aperti da almeno 10 anni, e mai cambiati, costano il 20% in più del costo medio (97,5 euro).

I conti aperti da un anno, invece, costano il 36% in meno del costo medio (52,7 euro). In pratica cambiando conto potenzialmente si potrebbe arrivare a risparmiare in media circa 45 euro l’anno.

Gli italiani non sono correntisti “mobili”, per molte ragioni: di certo la pigrizia, ma anche la poca consapevolezza di quanto costa il proprio conto e di quanto si possa risparmiare cambiando. A cui si somma la paura che cambiare possa essere un’operazione lunga, difficile e che ci possano essere problemi (ad esempio nel pagamento delle bollette domiciliate).

Per questo motivo lo scorso giugno è entrata in vigore una nuova normativa che introduce il trasferimento veloce del conto e dei pagamenti: con una procedura interbancaria tra la banca in cui si ha già il conto e la nuova in cui si vuole aprire un nuovo rapporto è tutto più veloce.

L’operazione deve concludersi in 12 giorni lavorativi dalla firma del modulo di richiesta nella nuova banca.

Peccato, però, che le banche continuano a proporre al cliente la normale chiusura del conto e, da parte sua, anche il Ministero dell’Economia sembra aiutarle visto che ancora non sono stati emanati i decreti che servono per definire l’indennizzo a favore del cliente per eventuali ritardi e le modalità per trasferire anche il conto titoli.

Sarebbero dovuti essere emanati entro fine luglio 2015, ma li stiamo ancora aspettando.

Fonte: Conto corrente: il costo medio è aumentato – Altroconsumo

Un commento su “Conto corrente: il costo medio è aumentato

  1. Ele di Siena
    14 gennaio 2016

    Hai perfettamente ragione…

    Costi alti a MPS ma ci sono affezionata perchè ci ha lavorato mio padre.

    Sono sicura che se andassi a contrattare, qualcosa abbasserebbero o perlomeno mi potrei far annullare le spese se si preleva da bancomat che non sono Mps

    Ma il fatto che siano aperti solo in orario di lavoro che coincide con il mio… Dovrei prendere un permesso per andare… E così lascio perdere e pago di più.

    So che è stupido e da tempo mi propongo di farlo ma ancora niente!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: