Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Prestiti per pagare le cure mediche: tutto quello che c’è da sapere

dottoreIn Italia la salute costa cara e chi ha bisogno di cure è chiamato sempre più a mettere mano al portafoglio.

Ma chi non ce la fa non è detto che debba rinunciare a curarsi: esistono infatti prestiti per le cure sanitarie.

Ecco (in sintesi) il decalogo di Altroconsumo per scglierli bene e, nel caso, far valere i propri diritti.

1- Ci sono prestiti finalizzati che puoi trovare direttamente nelle strutture mediche: vengono erogati da finanziarie con cui la specifica struttura ha una convenzione.

2- Con la cessione del quinto della pensione o dello stipendio la rata da pagare viene detratta direttamente dalla pensione o dallo stipendio e non può essere superiore ad un quinto del loro valore.

3- Per capire quanto costa un prestito non considerare solo il tasso d’interesse (Tan), ma anche le spese (istruttoria, incasso rata, assicurazioni). Chiedi sempre il Taeg: solo se è pari a zero allora il prestito è veramente senza interessi e senza spese.

4- Attenzione ai tassi usurai. I prestiti personali attualmente non devono oltrepassare la soglia del 18,1625%, altrimenti si parla di usura.

5- Prima di scegliere valuta sempre più offerte e diffida di chi non ti vuole consegnare i documenti: non ci si può fidare di chi pecca in trasparenza.

6- Non devi per forza scegliere il prestito offerto dalla banca in cui hai già un conto: ci sono molte filiali che concedono prestiti anche a chi non è loro correntista.

7- Attenzione alle coperture assicurative che spesso banche e finanziarie abbinano obbligatoriamente al prestito. Non devi per forza comprare la copertura da loro offerta.

8- Attenzione al rischio di sovra indebitamento. Le rate che paghi complessivamente in un mese non devono mai superare un terzo delle tue entrate mensili.

9- Dopo aver scelto un prestito hai 14 giorni di tempo dalla sua conclusione per recedere, ma anche dopo puoi sempre estinguerlo anticipatamente.

10- Se hai problemi puoi reclamare con la banca o finanziaria. Se la risposta è negativa o la banca/finanziaria non ti risponde entro 30 giorni dal suo ricevimento puoi fare ricorso all’Arbitro bancario e finanziario.

Lettura integrale qui: Prestiti per pagare le cure mediche: tutto quello che c’è da sapere – Altroconsumo

Un commento su “Prestiti per pagare le cure mediche: tutto quello che c’è da sapere

  1. Poppea
    28 gennaio 2016

    Con le tasse che si pagano per la sanità ti sembra normale, io non vorrei più pagare le tasse e farmi un’assicurazione e decidere io in che modo curarmi

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: