Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Diario di un Lettore Pendolare: Amico Pendolare

Trenord

Caro Amico Pendolare, oggi scrivo a te. Lascio da parte per un momento la cara e vecchia diatriba con Mr Trenord per rivolgermi direttamente a te, compagno di viaggio e di avventura.

Ti scrivo perché vorrei provare a fare finalmente luce su una questione esistenziale che mi assilla da anni, forse da sempre, e che ho finalmente trovato il coraggio di affrontare.

Non nego sia molto difficile, ma proverò a farmi forza e ti porrò la domanda.

Ci sei o ci fai?

Scusa, forse sono stato troppo brutale, ma credimi se ti dico che questa domanda mi tormenta da tanto, troppo tempo.

continua la lettura qui: Diario di un Lettore Pendolare Amico Pendolare – Librinviaggio

Un commento su “Diario di un Lettore Pendolare: Amico Pendolare

  1. IlPrincipeBrutto
    18 marzo 2016

    A Londra, nelle ore di punta, i conduttori dei treni della Tube annunciano ad ogni stazione ‘Please move right inside the car’. Nonostante tutto, c’e’ gente che ignora l’invito e si piazza nei punti strategici all’inizio dei corridoi. A volte qualcuno dalla banchina chiede loro “could you **please** move inside, so we can get in”; l’enfasi sul ‘please’ non e’ solo cortesia, e’ un messaggio in codice che si traduce con ‘o ti sposti da solo o vengoi li’ e ti spezzo le corna razza di imbecille che non sei altro’. Se anche l’invito verbale e’ ignorato, e’ lecito passare alla rimozione forzata, sempre a botte di ‘please’, naturalmente.
    .
    Ah, che tempi, pigiati come sardine sulla Central Line in pieno luglio, con 40 gradi e passa in galleria.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: