Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Banca popolare di Vicenza, maxi buonuscite per i vertici nel 2015

pollice giùNel 2015 la Popolare di Vicenza ha chiuso l’esercizio con una perdita di 1,4 miliardi e con un crollo del valore delle azioni di circa 119 mila soci.

Eppure i compensi incassati dai vertici non sono stati minimamente sforbiciati.

L’amministratore delegato, Francesco Iorio, in carica dallo scorso 1 giugno, ha ricevuto 2,678 milioni di euro, di cui 1,8 milioni come bonus d’ingresso una tantum.

Il vice direttore generale, Jacopo De Francisco, in carica dal 22 giugno 2015, ha percepito 1,02 milioni di euro, di cui 700 mila anche in questo caso come bonus d’ingresso una tantum.

L’ex presidente Gianni Zonin ha incassato 1,01 milioni. Dalla relazione sulla remunerazione emerge che l’istituto ha pagato 2,675 milioni di euro di bonus d’ingresso una tantum a sei dirigenti, inclusi i già citati Iorio e De Francisco, e 5,2 milioni di euro di buonuscita a cinque ex dirigenti…..

continua la lettura qui: Banca popolare di Vicenza, maxi buonuscite per i vertici nel 2015

Un commento su “Banca popolare di Vicenza, maxi buonuscite per i vertici nel 2015

  1. IlPrincipeBrutto
    31 marzo 2016

    E’ socialismo per i ricchi: se fai bene vieni giustamente ricompensato. Se fai male…anche.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31 marzo 2016 da in Economia, Soldi, Banche, Assicurazioni , ecc., Leggo & Pubblico con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: