Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Pacemaker difettosi, 16.000 pazienti richiamati in Italia

Sedicimila italiani, ai quali è stato impiantato un pacemaker dell’azienda statunitense St. Jude Medical, in questi giorni sono richiamati dagli ospedali di appartenenza per verificare lo stato della batteria.

Il motivo l’ha svelato lo stesso produttore: in alcuni modelli fabbricati fino al maggio 2015 la batteria potrebbe scaricarsi improvvisamente lasciando di fatto il paziente con un pacemaker che non funziona, quindi senza protezione nel caso di problemi elettrici a cuore.

La lista dei modelli I modelli oggetto di richiamo sono: Fortify, Fortify Assura, Quadra Assura, Unify, Unify Assura e Unify Quadra.

A livello mondiale la segnalazione riguarda oltre 400.000 pazienti, 16.000 circa in Italia.

L’anomalia non riguarderebbe tutti i dispositivi di ogni singolo modello che sono stati prodotti ma, come ha spiegato l’azienda, appena lo 0,21% di questi. Per capire però dove sta il difetto bisogna controllarlo uno per uno.

Fonte & dettagli: Pacemaker difettosi, 16mila pazienti richiamati in Italia | il Test – Salvagente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: