Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Farmaci inutili e dannosi: la lista nera in edicola con il Salvagente

Inutili e dannosi. Il rapporto tra rischi e benefici nell’uso di molti medicinali è decisamente sbilanciato a favore dei primi: non curano e anzi rischiano di far ammalare i pazienti.

È il verdetto che arriva dall’autorevole Prescrire, la rivista indipendente francese di informazione scientifica sui medicinali.

Nell’ultimo report datato febbraio 2017 è stata aggiornata la black list lista nera e passati al setaccio 91 principi attivi per i quali, i base agli studi clinici e ai bugiardini, è stata valutata l’efficacia e il rapporto tra la capacità di curare e gli effetti indesiderati – spesso gravi se non gravissimi – associati alla terapia con un determinato farmaco.

Nel numero in edicola del Salvagente abbiamo riportato la lista completa dei 71 farmaci in vendita nel nostro paese e, laddove possibile, vi indichiamo anche i medicinali alternativi che non hanno – o hanno meno – impatto sulla salute.

Per ciascuno di essi indichiamo i rischi, i motivi per i quali sono ritenute poco o affatto efficaci e, quando è presente, l’alternativa consigliata dagli esperti di Prescrire.

L’elenco delle controindicazioni è davvero lungo e scorrendo la black list lista nera ci si addentra in una vera e propria galleria degli orrori.

Ci sono gli anti-infiammatori che espongono il paziente al rischio di malattie cardiovascolari, gli antibiotici che, pur funzionando meno di altri appartenenti alla stessa classe farmacologica, sono accusati di favorire l’epatite.

Non mancano gli antidepressivi la cui efficacia, al di là dell’effetto placebo, non è stata provata mentre sono noti i “pensieri suicidi” che possono far insorgere nel paziente.

Come anche le sostanze psicotrope impiegate per contrastare l’eiaculazione precoce che, oltre a “ritardare” poco, quindi a non essere efficaci per lo scopo per le quali sono assunte, favoriscono l’irascibilità nel soggetto e lo espongono alle sincopi.

Per molti farmaci usati nella chemioterapia non è stata mai provata la capacità di allungare la vita del malato mentre ad essi sono associate gravi reazioni, quali trombosi, perforazioni gastrointestinali, danni neurologici e quant’altro possa esserci di pericoloso.

Insomma esistono prescrizioni che oltre a non “funzionare” possono aggravare lo stato di salute del malato.

Tra i farmaci già segnalati come pericolosi, precisano da Prescrire, pochissimi sono stati ritirati dal mercato.

La gran parte è ancora lì, autorizzata dalle autorità sanitarie e dispensata a una popolazione all’oscuro di tante gravi minacce.

continua la lettura qui: Farmaci inutili e dannosi: ecco la lista nera in edicola con il Salvagente | il Salvagente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 febbraio 2017 da in Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico, Salute & Benessere con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: